Ad
a
Ad
Ad


Invasioni di campo: a Gianico l’ultimo spettacolo

lunedì, 6 dicembre 2021

Gianico – Ultimo spettacolo del progetto “La cultura altrove” ideato dal Distretto Culturale di Valle Camonica, che ha tenuto banco a partire dall’estate con le sue iniziative di animazione culturale delle comunità della Valle Camonica. Lo spettacolo “Invasioni di campo – racconto di appartenenze fatto di contaminazioni”, un progetto del CCTC – Centro Culturale La Valle dei Segni – Distretto Culturale di Valle Camonica, Comune di Gianico e Centro Culturale Teatro Camuno.

Lo spettacolo si terrà nel centro storico di Gianico (Brescia): piazzetta Ghitti, cortile Mondinini – La Cà de Jànech.

Anche così si raccontano le comunità della Valle Camonica: tra quadri che prendono vita, danze, letture teatrali, musiche e giochi di luce, in un luogo di aggregazione e di socialità come il centro storico del paese che (ri)prende a risuonare di storie. Di ieri e di oggi.

Un adattamento dello spettacolo messo in scena per la prima volta nel rifugio antiaereo di Breno nel mese di settembre.

Il 12 dicembre 2021 per le vie e piazze del centro storico di Gianico, a conclusione dell’ imponente progetto “La Cultura Altrove” promosso da Comunità Montana di Valle Camonica, Bim e Fondazione Cariplo si terranno due repliche della performance prodotta dal Centro Culturale Teatro Camuno dal titolo “Invasioni di campo”. Un appuntamento voluto e sostenuto, oltre che dagli Enti Comprensoriali anche dal Comune di Gianico, in collaborazione con Museo della Stampa Lodovico Pavoni – Artogne Vallecamonica, La Cà de Jànech e ProLoco Gianico.

Agito da tanti attori di differenti gruppi ed associazioni del territorio, il racconto di appartenenze fatto di contaminazioni, verrà riproposto all’aperto nei seguenti luoghi: Piazza Franca Ghitti, Corte Mondinini e a La Cà de Jànech. Gli “ invasori di campo”: attori, danzatori, musicisti, comunicatori, light designer, grafici, tecnici condurranno lo spettatore in un percorso ricco di suggestioni , evocazioni ed atmosfere che mescolando passato e presente mettono a confronto tradizione e innovazione, narrazioni dirette e narrazioni virtuali. I luoghi di appartenenza, i luoghi della memoria, i luoghi abbandonati e /o rigenerati, le botteghe di prossimità, il cibo di prossimità, il cibo come nutrimento della mente, la cultura vissuta in spazi innovativi saranno i contenuti principali che sottendono il racconto a tratti poetico e a tratti moderno, frutto di una ricerca approfondita in differenti ambiti e di vari laboratori che si sono attivati. La mise en espace, oltre a proporre una propria lettura delle tematiche accennate, omaggerà attraverso remake e contributi le diverse voci che hanno partecipato al progetto “ La Cultura altrove” in una sorte di festa finale.

“Invadendo il campo ci siamo resi ancor più conto di quanto siano importanti socialità e partecipazione, di quanto i luoghi – anche quelli dismessi – siano essi stessi testimoni messaggeri di storie, di quanto vicinanza e vicinia siano viatico in questo nostro tempo”. Un lavoro collettivo che vede la regia di Bibi Bertelli.

Controllo green pass rafforzato come da normative vigenti

Due repliche alle ore 18 e alle ore 20 del 12 dicembre 2021 Inizio percorso: Piazza Franca Ghitti – Gianico



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136