Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Temù: scontro in maggioranza, il vicesindaco Sandrini si dimette

martedì, 12 novembre 2019

Temù – La Giunta Pasina ha perso un petalo. Il vicesindaco di Temù, Riccardo Sandrini, lascia la carica e si ritira dalla vita amministrativa “non condividendo il percorso portato avanti dal gruppo di maggioranza”.

A soli cinque mesi dalle elezioni amministrative dove c’è stato il rinnovo del Consiglio comunale e della giunta con Giuseppe Pasina che ha vinto le primarie ed è stato eletto sindaco, il vicesindaco ha rassegnato le dimissioni e inviato una lettera con tanto di motivazioni. In sintesi: “Non condivido il lavoro portato avanti dalla maggioranza – si legge nella missiva – e soprattutto c’è un clima diverso da quello condiviso prima delle elezioni”.

Riccardo Sandrini aveva sfidato alle primarie Giuseppe Pasina e dopo aver perso la sfida pre elettorale, era stato nominato vice da sindaco Giuseppe Pasina. Cinque mesi dopo le dimissioni e nella lettera inviata agli ex colleghi Riccardo Sandrini ribadisce che “è difficile se non impossibile operare in un clima sereno, di collaborazione e di sincerità”.

Il gruppo di maggioranza farà nei prossimi giorni una valutazione, anche perché altre voci di dissenso sono emerse dopo le dimissioni di Riccardo Sandrini. La decisione del nuovo vicesindaco avverrà molto probabilmente nell’incontro di sabato prossimo. La minoranza con il capogruppo Fabio Fogliaresi, oltre a definire “inconsueto un fatto simile”, ha già preannunciato che chiederà conto di quanto accaduto nel prossimo Consiglio comunale.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136