Ad
a
Ad
Ad


Temù: concluse le indagini sulla morte di Laura Ziliani. I prossimi passi

venerdì, 6 maggio 2022

Temù – Concluse le indagini sulla morte di Laura Ziliani (nella foto). A un anno della scomparsa dell’ex vigilessa di Temù (Brescia), era l’8 maggio, la Procura di Brescia ha concluso le indagini. Laura Ziliani venne ritrovata senza vita tre mesi vicino al fiume Oglio, sempre a Temù. Le indagini condotte dai carabinieri della Stazione di Ponte di Legno e della Compagnia di Breno hanno portato all’arresto delle due figlie di Laura Ziliani, Paola e Silva Zani e il fidanzato della prima, Mirto Milano, residente in provincia di Bergamo.

Il sostituto procuratore Caty Bressanelli ha notificato ai difensori dei tre indagati (Paola e Silvia Zani e Mirto Milani), accusati in concorso dell’omicidio e della soppressione del cadavere della ex vigilessa, in carcere dallo scorso 24 settembre e che si sono avvalsi della facoltà di non rispondere nell’interrogatorio davanti al Gip, la conclusione delle indagini. Ora le difese dei tre indagati hanno due settimane per presentare memorie dei loro assistiti o eventuali chiedere un interrogatorio, quindi il tribunale fisserà l’udienza preliminare per discutere del rinvio a giudizio.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136