Ad
Ad


Rocambolesca fuga dopo incidente: 40enne arrestato dai carabinieri nel Bresciano

venerdì, 26 novembre 2021

Pontevico – Provoca un sinistro stradale e fugge rubando un veicolo, arrestato 40nne dai carabinieri.  La pattuglia del Radiomobile di Verolanuova (Brescia) unitamente alla locale Stazione carabinieri ha tratto in arresto un cremonese di 41 anni che, dopo aver causato un sinistro stradale, si era dato alla fuga rubando un Fiat Doblo.

Attimi di concitazione e paura allorquando un uomo cremonese, pregiudicato a bordo della sua Audi A3 nell’effettuare una inversione ad U in Milzano ha causa un sinistro stradale tamponando un Fiat Doblo con a bordo un 50nne bresciano. Invece di prestare soccorso alla persona coinvolta nel sinistro in evidente difficoltà e dato che il suo mezzo non era marciante, l’uomo sale a bordo di un ulteriore Fiat Doblò, della stessa ditta che seguiva ed il cui conducente era sceso per sincerarsi delle condizioni del collega di lavoro, e si dà alla fuga in direzione di Pontevico (Brescia).

Pattuglia dell’Aliquota radiomobile e della Stazione di Pontevico allertate dalla centrale operativa di quanto accaduto si mettono sulle tracce del fuggitivo intercettandolo in Pontevico. Dopo numerosi tentativi di far accostare il mezzo e considerato il pericolo per gli altri utenti della strada a causa del continuo zigzagare del conducente, i militari decidevano di superare il veicolo rubato e tagliargli la strada, riuscendo a bloccarlo: l’uomo veniva così arrestato. Effettuata una perquisizione personale veniva inoltre trovato in possesso anche di un cacciavite nello stivale e di una cartuccia da caccia.

Da quanto dichiarato la fuga è dovuta al fatto che da poco aveva subito la revoca della patente. Stamane il Gip di Brescia ha convalidato l’arresto e per i reati commessi ovvero omissione di soccorso, fuga da sinistro stradale con feriti, furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale, possesso di cartucce non denunciate, porto di strumenti atti ad offendere in pubblico. Il Giudice ha disposto il carcere.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136