Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
 
Ad
Ad
 
Ad


Pian Camuno: cocaina in auto, 38enne nei guai

martedì, 4 maggio 2021

Pian Camuno – Arrestata casalinga con la cocaina in auto. Nel pomeriggio di ieri i carabinieri della stazione di Artogne hanno tratto in arresto una donna originaria del Marocco di 36 anni, casalinga, risultata essere in regola con i documenti di soggiorno.

La straniera si trovava a bordo di un auto alla guida della quale c’era una sua connazionale. E’ stata sottoposta a controllo mentre percorreva la Statale 42 da Pian Camuno (Brescia) in direzione di Artogne.

Quando il comandante della Stazione di Artogne ha intimato l’alt e si è avvicinato al veicolo per procedere all’identificazione dei suoi occupanti la 36enne, che era seduta sul lato passeggero, è stata tradita dal timore di essere scoperta, si è aperta la sciarpa che indossava al collo e ha fatto cadere sul sedile un involucro.

La scena non è passata inosservata ai due carabinieri che non si aspettavano il goffo tentativo da parte della donna, apparentemente insospettabile. Quando hanno recuperato l’involucro, hanno accertato che al suo interno erano presenti 20 grammi di cocaina in scaglie. A quel punto non ha potuto fare altro che ammettere le proprie responsabilità, aggiungendo che la sua amica non era a conoscenza dell’illecita detenzione della droga.

Terminati gli accertamenti la donna, che non risulta avere alcun precedente penale, è stata tratta in arresto. Oggi, dopo aver trascorso la notte ai domiciliari, si è presentata in tribunale al Brescia davanti al giudice che ha convalidato l’arresto e, tenuto conto del suo stato di incensuratezza, l’ha rimessa in libertà in attesa della celebrazione del processo.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136