Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Omicidio Ziliani a Temù, il Pm Bressanelli: "Mai parole di pentimento"

Temù (Brescia) - Il processo sull'omicidio di Laura Ziliani (nella foto), avvenuto a Temù (Brescia) l'8 maggio 2021, con tre imputati le figlie Silvia e Paola Zani e Mirto Milani, si avvia alla conclusione. Nell'udienza odierna in Corte d'Assise a Brescia sono state illustrate le perizie disposte dal tribunale, dal Pm e dalle parti e, pur con sfumature differenti, coincidono: i tre imputati, Silvia e Paola Zani e Mirto Milani sono capaci di intendere e volere. Lo erano al momento dell'efferato omicidio che ha sconvolto la Valle Camonica e lo sono anche oggi. Qui il live della giornata odierna.


Inoltre dalle perizie e dai colloqui che psicologi e psichiatri effettuano in carcere, emerge che i tre stanno rielaborando quanto fatto, però il Pm Caty Bressanelli ha rimarcato: "In quest'aula non ho ancora sentito una frase di pentimento".

Un altro elemento, che servirà alla Corte d'Assise presieduta dal giudice Roberto Spanò, è: nel gruppo non c'era un leader, i tre erano compatti nei loro ragionamenti e azioni.


Dopo la relazione e le domande delle parti al consulente del tribunale Giacomo Francesco Filippini sulla perizia del 30 marzo scorso, sono intervenuti il consulente della Procura, lo psichiatra Rocca, quindi delle parti, Sara Marca, Arianna Forgione, Marcello Diurni e Nicola Poloni che hanno illustrato le loro posizioni con un quadro completo sulla personali di Silvia, Paolo e Mirto.


Nelle battute finali Silvia Zani ha presentato una lettera al presidente della Corte Roberto Spanò, in cui spiega di aver chiuso ogni rapporto con Mirto Milani, mentre l'avvocato Piergiorgio Vittorini di parte civile ha evidenziato le difficoltà in cui versa la terza sorella Lucia, che abita con la nonna materna.


Al termine il presidente della Corte Roberto Spanò ha definito il calendario delle prossime udienze: il 26 settembre conclusione istruttoria e discussione con le richieste dell'accusa, il 28 novembre repliche e sentenza.


di A.Pa.

Ultimo aggiornamento: 18/09/2023 14:26:18
POTREBBE INTERESSARTI
Trissino (Vicenza) - Il nuovo Campione Italiano Under 23 di ciclismo su strada è Edoardo Zamperini, che taglia il...
Sul posto tecnici Anas, vigili del fuoco e forze dell'ordine
Intervento a Bagolino, l'anziano trasportato in ospedale a Gavardo
L’atleta delle Fiamme Azzurre e della Polisportiva Disabili Valcamonica ​​​​​​​si avvicina a Parigi
ULTIME NOTIZIE
Insieme a Debora Fancoli il driver tiranese sbaraglia la concorrenza
Vento assente per il completamento del secondo Round Robin: i risultati