Ad
a
Ad
Ad


Donna rapinata a Pisogne, i carabinieri identificano gli autori

giovedì, 20 gennaio 2022

Pisogne – Donna rapinata in strada, i carabinieri identificano i presunti responsabili. Nella tarda serata di ieri, nel centro storico di Pisogne (Brescia), si è verificata una rapina in danno di una 60enne del luogo, che stava rientrando a piedi verso la sua abitazione di residenza. 

E’ stata raggiunta alle spalle da quattro magrebini che, dopo averla minacciata con dei coltelli, sono riusciti ad impossessarsi della sua borsa e del telefono cellulare.

Due sono stati gli esecutori materiali del colpo, mentre gli altri due complici fungevano da palo.

La donna, nel tentativo di sottrarsi alla rapina e difendersi dall’aggressione, è stata anche ferita con una coltellata ad una mano ed è dovuta ricorrere alle cure dell’ospedale di Lovere (Bergamo), dal quale è stata poi dimessa in nottata con una prognosi di dieci giorni.

Dopo aver preso il bottino, i quattro magrebini si sono dileguati a piedi. Sul posto sono intervenute cinque pattuglie della Compagnia Carabinieri di Breno; i militari, nel giro di un paio di ore, sono riusciti ad identificare i presunti responsabili del grave episodio.

Si tratta di quattro giovanissimi, tre dei quali minori di età, tutti residenti nel territorio della bassa Valle Camonica. Uno dei tre minori, trovato in possesso di parte della refurtiva rapinata alla vittima e di un coltello, è stato arrestato in flagranza di reato.

Dovrà rispondere del reato di rapina aggravata in concorso, al pari dei tre complici. I militari hanno poi recuperato, in una via non lontana dal luogo in cui sono avvenuti i fatti, un secondo coltello da cucina dalla lunghezza di più di 30 centimetri, abbandonato sul ciglio della strada. Gli stessi carabinieri stanno visionando le immagini di alcune telecamere presenti in zona.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136