Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Brescia e provincia, controlli e sanzioni della Polizia di Stato

martedì, 19 gennaio 2021

Brescia – Durante la settimana appena conclusa la Polizia Stradale di Brescia ha effettuato numerosi controlli coinvolgendo 168 pattuglie di vigilanza stradale, di cui 69 in autostrada e 99 sulla viabilità ordinaria che hanno controllato 1226 veicoli e 1342 persone.

1484 sono state le infrazioni complessivamente elevate con 2186 punti decurtati; le patenti ritirate sono state sette, le carte di circolazione nove, sono stati effettuati tre sequestri di veicoli e sei fermi amministrativi.

Nel periodo in questione sono state contestate 33 violazioni per eccesso di velocità e 13 violazioni per velocità pericolosa, in particolare 68 persone sono state sanzionate per l’uso del telefonino alla guida di cui uno recidivo per il quale è scattato il ritiro della patente di guida e 42 violazioni per il mancato o non corretto uso dei sistemi di ritenuta. 

L’attività infortunistica complessiva consta in 18 incidenti: 11 incidenti con feriti e sette con soli danni a cose. Una pattuglia del distaccamento di Chiari durante un posto di controllo ha intercettato un veicolo con a bordo tre persone di origine albanese.

Durante il controllo, è emerso che uno dei trasportati, un ventiduenne, non solo non risultava in regola col permesso di soggiorno ma, sullo stesso gravava un Ordinanza di Custodia Cautelare agli Arresti Domiciliari emessa dal Tribunale Ordinario di Venezia.

Sottoposto a rilievi fotodattiloscopici presso il Gabinetto di Polizia Scientifica della locale Questura, è stato denunciato a piede libero e condotto presso il proprio domicilio di Venezia per l’esecuzione della misura degli arresti domiciliari.

Sanzionato un locale per aver venduto alcolici a minorenni

Il personale della Divisione di Polizia Amministrativa della Questura di Brescia, impiegato nel servizio specifico di verifica del rispetto delle misure di contenimento della diffusione del virus Covid 19 nonché delle prescrizioni imposte dal Dpcm del 14 gennaio, ha svolto un controllo presso il locale in via Cavour, ove è stato appurato che il titolare stava somministrando bevande alcoliche a tre minori, tutti sedicenni.

I minori sono stati escussi a sommarie informazioni e sono stati avvisati i genitori, mentre il titolare dell’attività è stato sanzionato per la somministrazione di alcolici a minorenni.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136