Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Blitz antibracconaggio: denunciati in quattro a Vobarno

domenica, 1 dicembre 2019

Vobarno – Blitz antibracconaggio nel Bresciano: quattro persone sono finite nei guai e dovranno rispondere di pesanti accuse. I carabinieri forestali ad Agnosine (Brescia) hanno individuato un 62enne che utilizzava tredici richiami vivi illegali, appartenenti a specie protette dalla Convenzione di Berna. Secondo quanto scoperto dai militari il cacciatore ha ucciso un uccello protettom quindi gli hanno sequestrato il fucile, oltre ai volatili detenuti in maniera illecita.

Una seconda operazione è stata messa a segno dai Carabinieri Forestali della stazione di Vobarno che hanno denunciato tre persone: 60enne di Brescia per aver abbattuto specie protette dal proprio appostamento fisso a Preseglie, utilizzando richiami vivi illegali; 49enne di Preseglie per abbandono di fucile incustodito in auto; 68enne di Bione per essersi rifiutato di indicare le proprie generalità.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136