Ad
a
Ad
Ad


Tragedia sul monte Casale, muore base jumper. Intervento di soccorso sulle Dolomiti di Brenta

domenica, 3 luglio 2022

Madonna di Campiglio – Un base jumper originario della Svizzera, 33 anni, residente a Gagliano del Capo, in provincia di Lecce, ha perso la vita dopo essersi lanciato dal monte Casale insieme ad altri due compagni. La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata intorno alle 12 dai compagni di lancio che, all’atterraggio, non hanno visto arrivare il terzo componente del gruppo.

Il Tecnico di centrale del Soccorso Alpino e Speleologico, con il Coordinatore dell’Area operativa Trentino meridionale, ha chiesto all’elicottero di effettuare un sorvolo. Dopo alcuni minuti l’equipaggio è riuscito ad individuare una vela aperta nel bosco, 200 metri sopra il ponte del Gobbo, tra Sarche e Pietramurata. Il Tecnico di elisoccorso è stato verricellato sul posto ma per il base jumper non c’era ormai nulla da fare e il medico non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. Dopo il nullaosta delle autorità, la salma è stata recuperata con il supporto di un operatore della Stazione di Riva del Garda, portata al campo sportivo di Pietramurata e affidata al carro funebre.

Intervento lungo la via Phillitis Scolopendrium sulla Corna Rossa

Un alpinista è stato elitrasportato all’ospedale Santa Chiara di Trento, dopo essere precipitato per circa dieci metri da primo di cordata, al secondo tiro della via Phillitis Scolopendrium sulla Corna Rossa (Dolomiti di Brenta). Nella caduta, l’uomo ha sbattuto contro la roccia, rompendo il casco. La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata intorno alle 11.15 da una cordata vicina.

Il Tecnico di centrale del Soccorso Alpino e Speleologico, con il Coordinatore dell’Area operativa Trentino occidentale, ha chiesto l’intervento dell’elicottero, mentre gli operatori della Stazione Madonna di Campiglio si portavano in piazzola. Il tecnico di elisoccorso è stato verricellato sull’infortunato con l’equipe medica. Dopo essere stabilizzato e imbarellato, l’infortunato è stato verricellato a bordo dell’elicottero è trasferito all’ospedale Santa Chiara di Trento.

Nel frattempo l’elicottero ha elitrasportato in quota anche la guardia attiva del Soccorso Alpino di turno a Madonna di Campiglio, per accompagnare il compagno di cordata a valle.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136