Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Valfurva: esenzione Imu, bocciata la proposta dell’onorevole Parolo

martedì, 3 dicembre 2019

Valfurva – La proposta avanzata dall’onorevole Ugo Parolo (Lega) di esentare dal pagamento dell’Imu i residenti di Santa Caterina Valfurva (Sondrio) è stata bocciata. L’emendamento del parlamentare leghista è stato discusso in commissione Finanze della Camera e non è stato approvato.

L’emendamento del deputato della Lega aveva un obiettivo: sospensione del pagamento semestrale dell’imposta patrimoniale. Già in estate l’onorevole Parolo aveva ipotizzato, con l’allora Governo (M5S-Lega), di verificare una possibile sospensione delle imposte Imu e Tasi, per quanto riguarda la seconda rata dell’anno 2019, in scadenza il 16 dicembre. Secondo l’onorevole Parolo “si trattava di una misura compensativa, di minimo impatto economico per il bilancio statale ma di fondamentale sostegno ai proprietari di immobili, il cui utilizzo è stato fortemente limitato dalla situazione di emergenza”. La copertura necessaria, in base ai dati elaborati dal Comune di Valfurva, era stimata in 440mila euro.

masso frana ruinonSanta Caterina Valfurva è rimasta isolata per tre mesi a seguito della frana del Ruinon e le attività commerciali e turistiche, oltre che imprenditoriali, sono state penalizzate. “Il mondo dei gabellieri – commenta l’onorevole Parolo – è molto più forte e intransigente del buon senso e della solidarietà”.

Il deputato leghista ha chiesto ai colleghi di partito al Senato di avanzare un analogo emendamento alla legge di Bilancio in discussione a Palazzo Madama.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136