Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


UST Sondrio, rinnovati i vertici della Consulta provinciale studentesca

sabato, 9 novembre 2019

Sondrio - Rinnovo biennale dei membri e cambio ai vertici della Consulta Provinciale degli Studenti (CPS) che resterà in carica fino al 2021. consulta USTI 14 ragazzi che compongono l’organo istituzionale che rappresenta gli oltre 7.600 studenti delle scuole superiori della provincia di Sondrio, si sono riuniti presso la sede di via Donegani dell’Ufficio scolastico territoriale in Assemblea plenaria per le elezioni del nuovo presidente e del vicepresidente ma anche per definire linee di indirizzo e progetti, sotto la guida della docente referente Maria Maddalena Ricciardi e alla presenza dei membri uscenti Alessandro Tarchini e Riccardo Graneroli.

Con 10 voti su 14, Filippo Foppoli della 3^A Classico del Liceo “Piazzi – Perpenti” di Sondrio è stato eletto nuovo presidente e subentra a Marco Foppoli diplomatosi lo scorso giugno all’Istituto “Besta – Fossati” di Sondrio. Il neoeletto presidente ha poi nominato quale segretario Annalisa Piermartiri della 4^ A Liceo Scientifico “Pinchetti” di Tirano. Alla carica di vicepresidente, con 8 voti su 14, è stata invece eletta Alida Maspes della 3^A del Liceo “Nervi-Ferrari” di Morbegno indirizzo Artistico, architettura e ambiente, che raccoglie l’eredità del vicepresidente uscente Erika Ghezzi del Liceo “Piazzi-Perpenti” di Sondrio.

«Sono molto contento di questa Consulta perché siamo tutti ragazzi molto motivati  – commenta il nuovo presidente  Filippo Foppoli –. Ho visto che c’è un buon interesse e sono felice di aver ricevuto tanti voti poiché significa che siamo un gruppo unito e abbiamo una visione comune. Nel corso del mio mandato mi piacerebbe portare avanti diversi progetti come la promozione della Carta dello Studente e la creazione di un giornale studentesco. Sarebbe bello anche proporre delle “conferenze al contrario” in cui siano gli studenti a fare le domande ai relatori in modo da essere veri protagonisti».

«Anche a me ha fatto molto piacere ricevere tante preferenze anche perché, già da questa prima assemblea, ho notato un gruppo unito e forte che ha davvero intenzione di fare qualcosa di concreto – aggiunge la neoeletta vicepresidente Alida Maspes –. Nei miei propositi c’è sicuramente quello di sostenere Filippo nel difficile ruolo di presidente e di creare un rapporto di costruttiva collaborazione con tutti i ragazzi poiché sono certa che ciò avrà sicuramente una ricaduta positiva sulle scuole della nostra Provincia».

«La Consulta rappresenta un organo estremamente importante per i ragazzi poiché consente loro una piena partecipazione alla vita della comunità scolastica e di sperimentare un’esperienza di grande arricchimento formativo, culturale e umano – commenta la docente referente dell’Ust, Maria Maddalena Ricciardi –. I rappresentanti eletti sono tutti molto motivati e propositivi. Già in questa prima seduta, infatti, sono emerse tante idee interessanti come la volontà di organizzare un concerto-evento per tutte le scuole, di rinnovare la formula legata alla cena della legalità e di promuovere un tour per approfondire la conoscenza di questo importante organo sia fra i compagni che alla comunità, oltre a riproporre la Mostra artistica studentesca». 

«Ho avuto modo di conoscere e confrontarmi con i nuovi membri della Consulta e a tutti loro auguro buon lavoro ma li esorto anche a farsi promotori di buone pratiche fra i compagni e di prendere seriamente questo incarico che sono certo regalerà loro grandi soddisfazioni – conclude il dirigente Ust, Fabio Molinari –. Mi auguro di instaurare un rapporto di reciproco confronto e, da parte mia, assicuro piena disponibilità e sostegno».



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136