Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Trentino, premiazioni del concorso Valori Olimpici a scuola

La conclusione del progetto ideato dal Coni Trento

Trento - La 2a F dell’istituto Comprensivo Trento 5 Bresadola si aggiudica il concorso “Valori Olimpici a scuola”. Nella scuola primaria “Francesco Crispi” si sono svolte le premiazioni del progetto organizzato dal Coni Trento in collaborazione con il gruppo sportivo Fiamme Gialle di Predazzo e nato con l’obiettivo di far capire ai giovani l’importanza dei valori olimpici nello sport e nella vita. “Voglio ringraziare i docenti, il servizio istruzione e il Coni – ha affermato la vicepresidente e assessore allo sport e istruzione Francesca Gerosa – ma in particolare tutte le ragazze e i ragazzi partecipanti. Hanno lavorato ai loro progetti con grande passione e dedizione, dimostrando un modo di agire che fa la differenza in ogni aspetto della vita, a scuola, nello sport, nelle relazioni e nel lavoro”.

“Questa bellissima iniziativa – ha concluso la vicepresidente – ci fa capire come lo sport possa essere un potente strumento di crescita e formazione per gli studenti. Il progetto Valori olimpici a scuola ha permesso loro di scoprire importanti ideali e ora potranno condividerli con la comunità e con chi sta loro accanto, diventando così portatori di valori positivi e responsabili.
Valori da seguire ogni giorno nella propria quotidianità”.

Il progetto si è diviso in due fasi: nella prima i ragazzi hanno appreso dai docenti i valori fondanti dello sport e della Carta Olimpica e incontrato atleti e tecnici olimpici delle Fiamme Gialle; nella seconda, con il supporto degli insegnanti, hanno sviluppato un elaborato sulla base di quanto appreso in precedenza. Nel complesso sono stati 15 i progetti proposti dalle classi partecipanti e valutati dalla commissione.

Ha partecipato alla cerimonia di premiazione anche la dirigente scolastica Paola Pasqualin, che ha salutato tutti i ragazzi e le ragazze che hanno partecipato e li ha ringraziati per la qualità dei lavori proposti, e la presidente del Coni Paola Mora: “È stato molto difficile – ha ammesso Mora – selezionare il progetto migliore tra tutti quelli pervenuti. Ogni elaborato, penso ad esempio all’intervista impossibile a de Coubertin, alla scuola nel bosco o al telegiornale, è stato realizzato in maniera impeccabile, è nato grazie al coinvolgimento di diverse materie e dei relativi insegnanti e ha colto alla perfezione i valori insiti nei Giochi Olimpici e Paralimpici”.

Alla fine la scelta è ricaduta sulla 2a F dell’Istituto Comprensivo Trento 5 “Bresadola” che potrà così trascorrere due giorni assieme agli insegnanti ospite della Scuola Alpina delle Fiamme Gialle di Predazzo.
Ultimo aggiornamento: 11/06/2024 06:29:39
POTREBBE INTERESSARTI
Roma - Esame di maturità per 526.317 studenti italiani, poco più di 8mila bresciani, di cui 1.200 tra Valle Camonica,...
Ceto (Brescia) - Ultimo saluto a Brigida Andreina De Pari, 82 anni. Nel pomeriggio si terranno le esequie di...
Cles (Trento) - Domani - giovedì 20 giugno, alle 18 - si alzerà il velo a Cles sulla nuova mostra “Valentino Ruatti....
Venerdì 21 giugno "Yoga day", sabato 22 lo spettacolo "Mago per svago"
Finanziati da Regione Lombardia tre progetti della Cooperativa di Bessimo
ULTIME NOTIZIE
Sondrio - Maltrattamemnti sulla moglie, imprenditore valtellinese arrestato. Il 35enne è accusato di stalking e lesioni....
Brescia - Un insegnante di religione residente nel Bresciano è stato arrestato per pedopornografia. L'inchiesta della...
Ardenno (Sondrio) - Test doveva essere e test è stato. Manuel Bracchi, in coppia con Debora Fancoli, ha chiuso in ottava...