Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad
 
Ad


Terme di Boario: ripartono le attività di animazione, le cure e riapre l’Hotel Rizzi

venerdì, 30 aprile 2021

Darfo Boario Terme – Da domani, sabato 1 maggio, il Parco Termale di Boario riprende la sua attività di accoglienza di ospiti e turisti con un programma di musica in diretta e diffusa, in fasce orarie diverse del giorno, mentre inizia il percorso dell’animazione stagionale. Il team di animazione intratterrà gli ospiti anche con la musica da ascolto pomeridiana: fino a nuova disposizione, il ballo è vietato, mentre è possibile usufruire di tavoli e sedie, mantenendo il distanziamento programmato e le misure individuali di prevenzione.

Da lunedì 3 maggio inizia anche l’erogazione dell’acqua termale all’interno del parco per la cura idropinica sia in convenzione (ricetta rossa) che a pagamento privato, che si avvale delle fonti Igea, Fausta, Antica Fonte e Boario. Anche la cura idropinica deve essere prescritta dal medico curante o dal medico termale. Per i residenti dei Comuni convenzionati che intendessero usufruire delle fonti curative per tutta la stagione è stato messo a disposizione uno speciale badge al costo promozionale di 55 euro, che comprende anche la visita medica termale obbligatoria. Il badge è personale e non cedibile, sia per ragioni sanitarie che amministrative.

I Comuni convenzionati per ora sono: Artogne, Azzone, Berzo Demo, Berzo Inferiore, Bienno, Borno, Braone, Breno, Capo di Ponte, Cedegolo, Cerveno, Ceto, Cevo, Cimbergo, Cividate Camuno, Colere, Corteno Golgi, Costa Volpino, Darfo Boario Terme, Edolo, Endine Gaiano, Esine, Gianico, Incudine, Losine, Malegno, Malonno, Monno, Niardo, Ono San Pietro, Ossimo, Paisco Loveno, Paspardo, Pian Camuno, Piancogno, Pisogne, Ponte di Legno, Rogno, Saviore dell’Adamello, Schilpario, Sellero, Sonico, Sovere, Temù, Vezza d’Oglio, Vilminore di Scalve, Vione.

I cittadini residenti e proprietari di seconde case nei Comuni citati hanno diritto all’ingresso gratuito al parco termale nelle ore diurne.

LE CURE

Le cure termali partono in totale sicurezza, secondo il protocollo Covid in vigore, da lunedì 3 maggio. Le cure erogate presso il Centro Cure Violati sono: fango-balneoterapia, cure inalatorie, percorso vascolare e cura idropinica. Fino a nuova disposizione non sono consentite le inalazioni, mentre le ventilazioni polmonari saranno disponibili dal 17 maggio. La prenotazione delle cure e della visita medica di ammissione è obbligatoria e si potranno effettuare il mattino dal lunedì al sabato presso il Centro Cure Violati. Le Terme, secondo la recente disposizione ministeriale, possono continuare ad erogare le prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza (LEA) oltre alle attività riabilitative e terapeutiche indipendentemente dal colore della zona (giallo, arancio, rosso). All’interno del Centro Cure Violati è attivo un Centro estetico con prestazioni e servizi di alta qualità.

Info e prenotazioni: 0364 525011, info@termediboario.it

HOTEL RIZZI
Riapre da oggi l’Hotel Rizzi Aquacharme (quattro stelle, servizi di classe, ristorante interno, di proprietà delle Terme). Gli ospiti possono usufruire di tutti i pacchetti promozionali offerti dopo il lungo lockdown con sorprese per i gruppi.

Info e prenotazioni: 0364 531617, ricevimento@rizziaquacharme.it




© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136