Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-
Martedì, 7 febbraio 2023

Seconda giornata di Hospitality a Riva del Garda, Albarelli: "La più completa fiera in Italia del settore Ho.Re.Ca."

Riva del Garda (Trento) - Seconda giornata di Hospitality, il salone dell’Accoglienza, la più completa fiera internazionale in Italia del settore Ho.Re.Ca. in programma al quartiere fieristico di Riva del Garda (Trento) fino a giovedì 9 febbraio.


VIDEO

"Il ruolo di una fiera come Hospitality, in questo contesto, è di intercettare i trend globali per supportare gli operatori nel fare impresa - ha spiegato Alessandra Albarelli (nel video), direttrice generale di Riva del Garda Fierecongressi -. L’attenzione a 360 gradi sul benessere delle persone, la sostenibilità e il rispetto dell’ambiente sono fenomeni che hanno delle ricadute sull’industria del turismo e della ricettività. Selezioniamo prodotti e servizi da mettere in mostra durante l’evento per aiutare gli operatori dell'ospitalità e della ristorazione a diversificare la loro offerta e competere".


Hospitality 2023 è stata aperta dall’opening talk "La nuova era dell’ospitalità", moderato dalla conduttrice televisiva Tessa Gelisio, con le testimonianze dirette dei rappresentanti delle associazioni di settore e dell’industria dell’accoglienza che hanno permesso di focalizzare quali sono le sfide che attendono gli operatori. In un’era che interpreta l’ospitalità come esperienza olistica, con una concezione degli spazi allargata all'ergonomia e all'accessibilità, occorre infatti pensare a prodotti e soluzioni inclusive che puntano a nuovi paradigmi di qualità della vacanza all'aria aperta.


"In Italia il turismo accessibile rappresenta un mercato che coinvolge 127 milioni di persone con varie tipologie di bisogni, che la maggior parte delle volte non viaggiano da sole. Sono turisti che in media progettano vacanze che superano i 10 giorni, con una preferenza per i periodi di bassa stagione e con una capacità di spesa media di 120 euro al giorno oltre al pernottamento – ha sottolineato Roberto Vitali, CEO di Village for all – V4A.

L’accessibilità però è un concetto ampio, non solo e necessariamente limitato nell'accezione comune della disabilità motoria".


L’inclusività è una delle principali caratteristiche del turismo all’aria aperta. Lo ha evidenziato Alberto Granzotto, presidente di FAITA-FederCamping: “L’ospitalità outdoor sta vivendo un periodo molto positivo. Il lago di Garda nel 2022 ha registrato 10 milioni di presenze, soprattutto internazionali da Germania e Olanda. L’Italia rappresenta ancora una piccola percentuale che si sta però ampliando grazie alle maggiori capacità di comunicazione dell’offerta da parte degli operatori e ad una migliore qualità dei servizi".


Le nuove tendenze dell’ospitalità sono state confermate da Marco Gilardi, Operations Director Italy and USA di NH Hotel Group, anche per le strutture ricettive che si trovano in città che sopperiscono alla mancanza di ambienti naturali creando nuovi spazi open-air, come terrazzi o giardini, e offrendo ai propri ospiti esperienze da vivere all’aria aperta.


Flessibile, sostenibile e sicuro: grazie alle sue caratteristiche intrinseche il comparto dell’open air negli ultimi anni ha saputo guadagnarsi e conquistare la fiducia degli italiani. Merito anche della capacità di evolversi, intercettando necessità e richieste dei nuovi target di riferimento.


Di certo la pandemia ha avvicinato le persone a un concetto di turismo più consapevole e di prossimità, ma dall'altra il segmento ha saputo trasformarsi, per offrire servizi di qualità e ogni tipo di comfort - ha ricordato Carlo Berizzi, docente di Composizione architettonica e urbana all'Università degli studi di Pavia. - Per questo da cinque anni il laboratorio AUDe dell'Università di Pavia ha sviluppato una serie di ricerche per migliorare i maxi-caravan per sostenere il settore della vacanza outdoor nel suo processo di evoluzione”.


Anche quest’anno gli operatori potranno organizzare la loro visita in fiera con l’app Hospitality Digital Space, una piattaforma virtuale per gestire gli appuntamenti, fare networking, visionare il catalogo prodotti ed espositori e consultare il palinsesto completo degli eventi.

Ultimo aggiornamento: 07/02/2023 02:32:37
POTREBBE INTERESSARTI
Verrà utilizzato in Trentino Alto Adige e Triveneto
Desenzano dle Garda (Brescia) - L’ospedale di Desenzano ha recentemente aumentato l'offerta specialistica aprendo un...
Trento - "Carcere di Trento: a fare le spese del naufragio del progetto è il personale, Si verificano ormai con...
ULTIME NOTIZIE
Livigno – Dopo Flora, fresca di riconferma del titolo Mondiale Junior di Big Air, vinto poche settimane fa proprio sulle...
Dro (Trento) - Incidente stradale sulla Gardesana, con tre feriti. Frontale fra veicoli a Dro sulla statale 45bis al km...
Val di Non - Infrastrutture stradali, ciclabili, opere ambientali, di edilizia pubblica e scolastica. Sono oltre una...