Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Nasce l'Ato: la Valle Camonica conquista l'autonomia del ciclo idrico

Roma - In Valle Camonica l'autonomia del ciclo idrico è realtà. La legge 4/2023 di Regione Lombardia, con l'emendamento del consigliere regionale camuno Davide Caparini che istituisce l'Ato di Valle Camonica, non è stata impugnata dal governo Meloni.


Una vittoria per la Valle Camonica che da lustri si batte per ottenere l'autonomia nella gestione del ciclo idrico. Le iniziative dei sindaci, della Comunità Montana di Valle Camonica e del consigliere regionale e presidente delle commissione Bilancio Davide Caparini, hanno ottenuto questa sera dal Consiglio dei ministri la legittimazione: infatti il governo Meloni, rispetto al precedente (guidato da Draghi ndr), non ha impugnato la legge regionale di istituzione dell'Ato camuno.

"Sono soddisfatto - commenta Davide Caparini - dopo anni di battaglie siamo riusciti a conquistare l'autonomia con l'istituzione dell'Ato di Valle Camonica".


La nascita dell'Ato di Valle Camonica (nelle foto Davide Caparini e sotto i sindaci camuni e il presidente della Comunità Montana di Valle Camonica in consiglio regionale) era prevista dalla legge di bilancio 2022 di Regione Lombardia, ma venne impugnata dal governo Draghi davanti alla Corte costituzionale e il pronunciamento della Suprema Corte è stato rinviato di anno in anno. Lo scorso 14 novembre Regione Lombardia ha approvato la legge 4 di "Revisione normativa ordinamentale 2023", con l'inserimento di tre emendamenti, in particolare quello avanzato dal consigliere Davide Caparini, che puntava a superare gli ostacoli. Regione Lombardia ha così riproposto l'istituzione dell’Ato della Valle Camonica con la legge 2/2023. L’Ambito Territoriale Ottimale (ente che si occupa del servizio idrico) si riferisce di norma a un ambito provinciale ma Regione Lombardia ha riconosciuto la specificità della zona territoriale montana e prealpina per l'Ato di Valle Camonica.


Da stasera - con la "non impugnazione della legge regionale lombarda 4/2023" da parte del governo - parte l'iter per realizzare l'Ato di Valle Camonica.


Ultimo aggiornamento: 16/01/2024 22:31:47
POTREBBE INTERESSARTI
Le previsioni del meteorologo Lukas Rastner
A cura di Daniela Ferrari a Maso Spilzi fino al 29 settembre
Riconoscimento assegnato alla presenza dell'assessore provinciale Simone Marchiori
ULTIME NOTIZIE
Lo stadio di Carciato ospita il confronto con l’Anaune Val di Non
Nella sede del Coni la cerimonia: l'elenco dei "rappresentanti" della provincia a Parigi 2024
Mondiali della Vela Giovanile sul Garda per 418 velisti da 70 nazioni