Ad
a
Ad
Ad


Laghi Iseo, Endine e Moro: destinati a 22 Comuni 700mila euro

sabato, 14 maggio 2022

Sarnico – Avanzo di amministrazione: l’Autorità di Bacino destina 700mila euro ai 22 Comuni facenti parte. Saranno utilizzati per manutenzioni ordinarie e straordinarie, in aree portuali ed extraportuali. Il consigliere Francesca Bertolini: “Un risultato che ci permette di garantire continuità con il passato: l’obiettivo è quello di rendere ancora più fruibili i nostri tre specchi d’acqua”.

A fine aprile l’assemblea dell’Autorità di Bacino Lacuale dei laghi d’Iseo, Endine e Moro ha approvato il bilancio consuntivo relativo all’anno 2021. Bilancio che conta due milioni e 63mila euro di canoni concessori incassati, suddivisi tra 545.865 euro provenienti dalla tassa sui posti barca e 1.517.619 da altre concessioni.
L’avanzo di amministrazione è pari a 853.648 euro, di cui 53.648 sono relativi al fondo di ammortamento dei beni patrimoniali e 100.000 con altri vincoli. La convenzione stipulata tra i comuni partecipanti ad Autorità di Bacino prevede che l’avanzo venga redistribuito ai comuni stessi, proporzionalmente alle quote di partecipazione.
E’ un risultato che ci permette di continuare nel solco segnato anche in passato e di garantire gli investimenti sui tre laghi di nostra competenza – ha sottolineato Francesca Bertolini (nella foto), consigliere di Autorità di bacino. Nonostante questi due ultimi due anni caratterizzati dalla Pandemia, e grazie al lavoro degli uffici dell’ente e alla collaborazione anche con l’ente regionale, sarà possibile la manutenzione ordinaria e straordinaria delle infrastrutture e delle zone portuali, oltre che favorirne la messa in sicurezza, con l’obiettivo di rendere ancora più fruibili i nostri tre specchi d’acqua”.

Il Consiglio di Amministrazione ha proposto di applicare al bilancio quota parte dell’avanzo di amministrazione, ragione per cui 700mila euro verranno destinati ad interventi di manutenzione straordinaria del demanio lacuale: i Comuni – 9 bresciani e 13 bergamaschi – avranno a disposizione 300mila euro, suddivisi in base alle percentuali di rappresentanza. Le amministrazioni dovranno far pervenire all’Autorità di Bacino i progetti – relativi alle manutenzioni ordinarie e straordinarie – entro il 31 ottobre 2022.
Un importo pari a 400mila euro invece, sarà destinato alla manutenzione delle infrastrutture portuali e demaniali, con modalità stabilite da Autorità da Bacino: i progetti riguarderanno le aree portuali regionali e il demanio extraportuale, e la loro messa in sicurezza, il loro potenziamento ed il miglioramento funzionale.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136