Ad
Ad


La finale del concorso annuale “Pitch Your Project” a Strasburgo

mercoledì, 29 novembre 2023

Bolzano – A Strasburgo si è tenuta la finale di “Pitch Your Project”, il concorso annuale di Eusalp giunto alla sesta edizione, rivolto a giovani fra i 16 e i 25 anni. Tra i vincitori, al primo posto: il progetto “Trash to Treasure“, sul recupero dei rifiuti nei settori agricolo e artigianale, presentato dalla Slovenia, di Katja Dornik e Lara Erjavec; al secondo posto: “Circ’Conference on Climate”, sulle arti circensi come oggetto di sensibilizzazione sui temi ambientali, presentato da un team francese della Région Auvergne-Rhône-Alpes, composto da Meï-Linh Calvet, Yann Tissot e Saturnin Leoni d’Ambrosio; al terzo posto: “CO2 Reduction Ascent”, sulla produzione di un gioiello per quantificare meccanicamente le emissioni di CO2 di chi lo indossa, proposto da tre studenti del Supmicrotech-Ensmm di Besançon, Région Bourgogne-Franche-Comté: Basile Menassol-Schmidt, Valentin Meunier e Solene Grandpierre (nella foto Eusalp).

Nello stesso contesto si è tenuta una tavola rotonda su giovani, competenze e lavoro, a cui hanno preso parte alcuni rappresentanti del Gruppo di Azione 3 di Eusalp, di cui fa parte anche il Trentino e che si occupa di mercato del lavoro, istruzione e formazione. Per il Gruppo era presente Lionel Croissant, vicepreside del Liceo del legno di Mouchard-Jura (Francia), che ha sottolineato come i giovani siano in prima linea nell’affrontare le sfide emergenti della Regione alpina, prime fra tutti quelle legate ai cambiamenti climatici, come hanno dimostrato i progetti che partecipano alla competizione “Pitch Your Project”, quest’anno legata al tema della sostenibilità.

Come ha sottolineato Croissant, la formazione e le opportunità professionali devono essere parte della soluzione, quindi bisogna preparare i giovani, dotandoli di conoscenze e competenze utili: “Non possiamo predire con certezza quali saranno i lavori del futuro, ma se privilegiamo la voce dei giovani, saremo nella miglior posizione possibile per rispondere a queste sfide”, ha detto Lionel Croissant.

Il Gruppo di Azione 3 sta lavorando in questa direzione, sviluppando soluzioni e proponendo attività che coinvolgono gli istituti di formazione professionale, le scuole, le istituzioni e le imprese, a beneficio dei giovani.

Analogo messaggio è stato portato anche da Barbara Centis, docente dell’Istituto Agrario di San Michele all’Adige, membro del Gruppo di Azione AG3, durante la conferenza sui marchi territoriali EUSALP, tenutasi a Poschiavo (Svizzera). Il coinvolgimento diretto dei giovani è fondamentale per assicurare la loro permanenza sui territori montani, preservare il patrimonio culturale alpino e far crescere il territorio. La formazione mette al centro i giovani e deve farlo anche ascoltando la loro visione di futuro. Per questo il Gruppo d’Azione 3 sta lavorando in sinergia con gli altri gruppi tematici di EUSALP, per promuovere le priorità strategiche della Regione alpina legate alla promozione della digitalizzazione e dell’economia circolare.

Eusalp è un’area di cooperazione tra 7 Paesi europei (Francia, Svizzera, Italia, Austria, Slovenia, Germania, Liechtenstein) e 48 regioni per lo sviluppo armonioso della regione alpina. Il suo obiettivo è quello di tenere in maggiore considerazione le sfide che la regione alpina deve affrontare su scala transnazionale e di rispondere ad esse in un quadro di cooperazione europea rafforzata.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136