Ad
Ad


Garda Dolomiti S.p.A. ha dato il benvenuto alla Valle dei Laghi

sabato, 15 gennaio 2022

Valle dei Laghi – Sebbene l’entrata ufficiale della Valle dei Laghi all’interno della realtà di Garda Dolomiti S.p.A.sia avvenuta il 1° gennaio 2022, si è tenuto il primo incontro online tra gli operatori turistici, i sindaci e il Consorzio Turistico della Valle dei Laghi con i vertici dell’APT durante il quale sono stati presentati gli obiettivi, i progetti e le modalità di approccio con gli operatori secondo il nuovo business model.

Con l’ingresso della Valle dei Laghi, dopo Comano Valle di Ledro lo scorso anno, l’APT Garda Dolomiti arricchisce ulteriormente il suo ambito, diversificando la proposta territoriale con una grande varietà di prodotti ed esperienze da offrire ai propri ospiti.

Con i sindaci delle località della Valle dei Laghi, abbiamo già individuato diversi obiettivi da raggiungere per esprimere al meglio le potenzialità di questo territorio – ha dichiarato il Presidente di Garda Dolomiti S.p.A. Silvio Rigatti -. Con l’aiuto degli operatori dovremo valorizzare le eccellenze dando un’identità chiara alla Valle dei Laghi che sia armonizzata il più possibile con quella del Garda Trentino”.

Durante gli scorsi mesi, l’APT ha avviato un nuovo percorso strategico – presentato durante l’incontro dal Direttore di Garda Dolomiti S.p.A. Oskar Schwazer – che mira ad accogliere sul territorio un turismo di qualità: “Il nuovo assetto dell’APT prevede dei settori specifici come Partner Marketing, Guest Experience, Product Management, Event Management, Brand&Communication, Digital & Content, oltre al nuovo portale B2B partner.gardatrentino.it e alla pagina Facebook dedicata. Questi nuovi servizi sono rivolti interamente agli operatori del territorio, per supportarli e creare un sistema vincente per la destinazione. Non esiste un territorio di serie A o di serie B, siamo un unicum, e per raggiungere l’obiettivo comune dobbiamo mettere al centro anche noi stessi, non solo il cliente”. Il Direttore ha infine spiegato le modalità per diventare partner dell’APT, illustrando i vari benefits dei pacchetti previsti (base, premium e special), tematica che verrà approfondita prossimamente con un incontro online dedicato con gli operatori turistici della Valle dei Laghi.

Siamo convinti che un ospite contento, una volta tornato a casa, sarà la promozione migliore per la nostra destinazione, e per ottenere ciò, è necessario che il territorio sia il più fruibile possibile. Per questo motivo sono già stati segnalati ben 16 lavori straordinari da effettuare per migliorare la nostra zona e vogliamo individuare anche le esigenze della Valle dei Laghi in questo senso. Abbiamo poi focalizzato altri obiettivi per migliorare la nostra infrastruttura outdoor, come l’istituzione dei Garda Rangers, veri e propri “angeli custodi” del territorio, che lavoreranno giornalmente sui sentieri della zona, e il miglioramento della segnaletica, per poter fruire del territorio in modo corretto. Infine, qualche settimana fa, abbiamo presentato il nuovo studio di posizionamento della destinazione per profilarne l’ospite ideale, uno studio al momento dedicato solo al Garda Trentino ma che abbiamo intenzione di estendere, nel corso del 2022, anche a Comano, Ledro e Valle dei Laghi” – ha concluso il Presidente Rigatti.

Per vedere la registrazione dell’incontro, clicca qui.

HANNO DETTO:

Lorenzo Miori, Sindaco di Vallelaghi: “Questo è il primo passo di un nuovo importante percorso all’interno dell’APT Garda Dolomiti, fondamentale sicuramente per la prospettiva turistica di tutto il territorio. E’ un momento di grande soddisfazione per noi e siamo certi di un futuro roseo”.

Michele Bortoli, Sindaco di Madruzzo: “È una sfida epocale che al contempo potrà valorizzare il nostro territorio e le nostre potenzialità. Siamo fiduciosi e disponibili a ogni tipo di confronto con gli operatori e i vertici dell’APT”.

David Angeli, Sindaco di Cavedine: “Durante la prima riunione tra noi sindaci, ci siamo chiesti quale potesse essere il futuro turistico della nostra valle. L’approdo in Garda Dolomiti ci ha dato la risposta: questo non è l’arrivo ma la partenza di un nuovo percorso che porterà stimolanti sfide. È arrivato il momento di giocare questa partita”.

Attilio Comai, Commissario della Valle dei Laghi: “Fin da subito abbiamo sostenuto il percorso dei sindaci poichè abbiamo ritenuto fosse una grandissima opportunità per il nostro territorio e siamo pronti a metterci alla prova con queste nuove sfide”.

Enrico Faes, Presidente del Consorzio Turistico Valle dei Laghi: “Il Consorzio Turistico rappresenta la storia e la tradizione turistica di questo ambito. Ciò che si propone ora è un lavoro di ascolto e di sintesi delle esigenze locali, da portare come proposte in APT”.

Arco Sartori, Vicepresidente del Consorzio Turistico Valle dei Laghi: “Il Consorzio è la trasformazione della Pro Loco della Valle: la scelta di proporre unentità più inclusiva è stata fatta per permettere al Consorzio di essere un punto di congiunzione tra il territorio e lAPT. Il Consorzio vuole rappresentare tutte le realtà presenti sul territorio affinchè collaborino e che facciano rete tra di loro in questa nuova avventura”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136