Ad
Ad


Bernina Express: boom di turisti e speciale iniziativa in autunno. Bernasconi: “Estate come nel pre Covid”

lunedì, 12 settembre 2022

Tirano – Estate come negli anni pre-pandemia sul Bernina Express e i treni della Ferrovia Retica. Infatti i turisti che hanno scelto l’emozionante gita sul trenino rosso, che unisce Tirano (Sondrio) a St Moritz attraversando le Alpi e passando dal Bernina prima di raggiungere l’Engadina, sono stati a livello di numeri pari allo storico 2019.

Le  prospettive per l’autunno sono positive e per due mesi – dal 1° ottobre al 30 novembre – viene riproposta un’offerta straordinaria al prezzo – tenendo conto del cambio tra euro e franco svizzero – di 103-105 euro. I posti sono limitati e la prenotazione è possibile esclusivamente online (www.berninaexpress.ch/99).

“Questa offerta – spiega Enrico Bernasconi (nella foto), responsabile della Ferrovia Retica per l’Italia è diretta alla clientela italiana e il biglietto sarà acquistabile solo online. Si tratta di una grande opportunità sul Bernina Express in una delle stagioni più belle per una gita dalla Valtellina all’Engadina e a St. Moritz dove in treno si possono scoprire varietà di colori in un viaggio da favola”.

Alto è l’interesse per la gita sul Bernina Express e sui treni che uniscono Tirano a St.Mortiz, con un bacino d’utenza molto vasto attorno al 15 milioni di persone, che corrisponde alla Lombardia, parte del Piemonte, Veneto ed Emiila Romagna. “Il periodo estivo – ricorda Enrico Bernasconi – è stato in linea con il nostro anno record: a livello di numeri da gennaio ad agosto siamo leggermente sotto, ma per l’effetto delle restrizioni legate alla pandemia nel mese di gennaio e a inizio febbraio, poi siamo andati in crescendo, soddisfando anche i gruppi e le comitive che avevano programmato la gita prima del Covid e quindi erano in lista d’attesa”.

E sul fututo?  “Per gli ultimi mesi 2022 – prosegue Bernasconi – prevediamo un buon andamento, sulla falsariga dei mesi primaverili ed estivi, ma sul futuro – soprattutto per il 2023 – ci sono preoccupazioni e pesano alcuni fattori, in particolare: l’inflazione che sta creando problemi alle famiglie per l’innalzamento dei prezzi e un minor potere d’acquisto, poi il cambio euro-franco svizzero che penalizza la clientela italiana e infine l’instabilità internazionale”.

Ci sono anche vantaggi per chi sceglie la gita a St.Mortiz e in Engadina sul Bernina Express? “Certamente – conclude Bernasconi -. Il primo aspetto è che oggi il turista sceglie una vacanza sicura e con una destinazione non lontana da casa e la gita di una o più giornate sui nostri treni corrisponde a questa esigenza con tappe al Bernina o in altre località, in secondo luogo c’è l’idea di concentrare il periodo dedicato alle vacanze e certamente la gita sul trenino rosso rientra in questa logica. C’è un dato che ci ha colpito anche in questi ultimi due anni: il prodotto Bernina Express piace e questo ci dà fiducia per il futuro”.

di An. Pa.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136