Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Progetto Rookie Team, a Vezza d’Oglio selezionati i 10 ragazzi del Team Hoka One One

lunedì, 6 luglio 2020

Vezza d’Oglio – Rookie Team, il bel progetto giovani griffato Hoka One One riparte da Vezza d’Oglio, in Alta Valle Camonica. Questo fine settimana, sulle strade e i sentieri dell’Adamello Ultra Trail, 30 giovani runner provenienti da 15 differenti regioni italiane si sono ritrovati per le selezioni finali che hanno portato alla costituzione del team 2020. Foto di Maurizio Torri.

hokaOltre ai ragazzi dello scorso anno (Alessandro Crippa, Luca Merli, Christian Lucchini e Davide Lucchini) confermati in toto, la due giorni bresciana ha permesso a Franco Collé e al suo staff di inserire 10 new entry: 5 maschi e altrettante ragazze.Liste alla mano i selezionati sono Martina Bilora, Carlotta Uber, Martina Cumerlato, Valentina Giorgi, Angelica Bernardi, Lorenzo Rota Martir, Alessandro Riva, Gabriele Gaggero, Mirko Sanelli e Marco Salvadori.

La scelta della location non è stata causale – ha dichiarato il Marketing Manager Italia di Hoka One One Alessio Ranallo -. Da quest’anno, infatti, saremo sponsor tecnico dell’Adamello Ultra Trail in programma dal 25 al 27 settembre. Questa nuova partnership ci ha permesso di portare i ragazzi sui camminamenti della “grande guerra”, di fare conoscere loro una splendida zona ricca di storia e di presentare loro alcuni campioni del calibro di Marco De Gasperi, Emanuele Manzi, Jimmy Pellegrini, Alex Rabesteiner, e Peter Kienzl. Nel rispetto di tutte le normative sulla sicurezza è stata una due giorni all’insegna dello sport e dell’amicizia; un’esperienza che ricorderanno e che ricorderemo con estremo piacere”.

Per quanto riguarda il Rookie Team 2020, il responsabile del progetto Franco Collé ha invece puntualizzato: “Ci sarebbe piaciuto portare qui gli oltre 150 ragazzi che hanno risposto alla nostra iniziativa, ma quest’anno non è stato possibile per ovvi motivi. Non è escluso che in futuro si riesca a fare un super raduno. In questa strana estate, non potendo portarli a correre in diverse super classiche, attueremo una sorta di “piano B” con alcuni raduni in località legate al brand. Il primo sarà già a fine luglio”.

Collé ha inoltre dichiarato: “Scegliere le 10 new entry non è stato facile. Fosse per me li avrei presi tutti. Al termine del raduno ho salutato questi ragazzi con la consapevolezza di avere regalato a tutti loro una splendida esperienza”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136