Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Controlli dei carabinieri in Valle Camonica: due patenti ritirate e altre due persone nei guai

lunedì, 3 febbraio 2020

Edolo – Controlli dei carabinieri in Valle Camonica. I militari del Nucleo operativo hanno sorpreso una 30enne a Piancogno con 50 grammi di cocaina nascosti nel reggiseno.

Carabinieri - Brescia - controlliA Edolo nei guai un 46enne valtellinese che, ubriaco e diretto verso il Garda, ha rifiutato di sottoporsi all’etilometro. Tra Malonno e Sonico ritirate due patenti per sorpassi azzardati.

CONTROLLI 

I carabinieri della Compagnia di Breno, nel corso del fine settimana, hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio effettuando numerosi posti di blocco, istituiti sia nella bassa che nell’alta valle, con lo scopo di regolare il flusso dei numerosi turisti che scendevano dalle piste da sci e reprimere i casi di incidenti stradali dovuti alla guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’uso di stupefacenti. Quattro le patenti di guida ritirate.

A Edolo i militari della locale Stazione, insieme a personale dell’aliquota radiomobile, hanno denunciato un 46enne operaio di Sondrio che, palesemente ubriaco, si è rifiutato di sottoporsi al controllo dell’etilometro. Era diretto sul Lago di Garda.

La sua auto è stata affidata ad un carroattrezzi perché anche la moglie è risultata positiva al controllo con il precursore.
Un altro giovane è risultato positivo con un tasso compreso tra 0,5 e 0,8 e per lui è scattata la segnalazione in Prefettura. Due patenti sono state invece ritirate per sorpassi azzardati tra Malonno e Sonico.

A Piancogno i Carabinieri del Nucleo Operativo, nel corso di un servizio antidroga, hanno arrestato una donna 30enne che è stata trovata in possesso di 50 grammi di cocaina. Aveva posteggiato la sua auto vicino casa ed è stata sottoposta a controllo prima che riuscisse ad entrare nell’appartamento. Prima di essere perquisita ha consegnato un involucro contenente lo stupefacente che aveva nascosto all’interno del reggiseno. I carabinieri hanno quindi tratto in arresto la donna per il reato di detenzione di stupefacente ai fini di spaccio. Sottoposta a rito direttissimo il Giudice ha convalidato l’arresto.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136