Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Cevo piange Gianni Casalini, la madre Maria Barbara Biondi e Ferruccio Scolari

venerdì, 20 marzo 2020

Cevo – Il paese camuno di Cevo è stato particolarmente colpito dal coronavirus nelle ultime giornate con tre vittime. I contagiati sono otto, tre le persone decedute. A distanza di poche ore il paese é in lutto per la scomparsa di Gianni Casalini, 69 anni, esponenti di spicco del sindacato e della politica e del mondo sportivo del paese, la madre Maria Barbara Biondi, 94 anni, donna che ha partecipato alla Resistenza nella Seconda Guerra Mondiale, e Ferruccio Scolari, 76 anni, fondatore della “Squadra de l’Arsüra” e tra i promotori di feste nel paese della Valle Camonica.

ospedale esine asstCevo, paese di poco più di 800 abitanti, ha visto crescere i contagi e in una sola giornata si registrano tre vittime.

Il museo della Resistenza di Valsaviore e il sindaco Silvio Citroni hanno rivolto un messaggio di saluto alle tre vittime. “Ciao Gianni, questa immane tragedia ha purtroppo portato via anche te – è il ricordo del sindaco Citroni – Queste tristi notizie ci fanno capire quanto siamo deboli e indifesi di fronte a questa pandemia. Siamo vicini alla tua famiglia che in questo momento è seriamente colpita da questa tragedia. Tutto il paese piange la tua scomparsa. La cosa più brutta è il non poterti dare l’ultimo saluto, accarezzare ed abbracciare i tuoi familiari”.

Tanti i ricordi di amici e conoscenti di Ferruccio Scolari, musicista e fondatore della “squadra de l’ Arsüra” che in Rete hanno voluto salutarlo così: “Storico Musicista della nostra Comunità ha diffuso con passione l’Arte della Musica facendo parte della “Squadra de l’ Arsüra” e della Banda Musicale di Cevo. Con te se ne va un pezzo importante della nostra Storia, sei stato un esempio per tutti noi”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136