Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Berzo Demo: bonifica ex Selca, assolti amministratori e manager

martedì, 23 giugno 2020

Berzo Demo – Tutti assolti, anche nel secondo processo dell’ex Selca di Berzo Demo (Brescia). Il giudice Maria Chiara Minazzato è giunta alla conclusione che non sono stati gestiti illegalmente i rifiuti e nessuno ha omesso di bonificare l’area ed ha assolto “perché il fatto non sussiste” Flavio Bettoni, ex proprietario con il fratello Ivano, Michele Carta Mantiglia, Piergiorgio Bosio ed Ettore Vacchina, gli amministratori che dal 2010 si erano alternati alla guida dell’azienda.

tribunale BresciaLa vicenda dell’ex Selca è stata ripercorsa ancora una volta in un’aula di giustizia del tribunale di Brescia: nel primo processo che ha tenuto banco negli anni scorsi, amministratori e manager dell’ex Selca erano accusati dalla Procura di Brescia del  traffico di rifiuti partiti dall’Australia e arrivati a Berzo Demo passando dal porto di Marghera, 23mila tonnellate di scorie con cianuri e fluoruri che tra settembre 2009 e febbraio 2010, erano state rimesse sul mercato dalla Selca senza alcun trattamento. I giudici del tribunale di Brescia scrissero nella motivazioni di assoluzione: “Le miscele prodotte da Selca sono state legittimamente preparate per il riutilizzo e vendute come prodotto al di fuori della disciplina dei rifiuti”.

Il secondo processo è invece sul materiale – attorno ai 45 metri cubi -  rimasto sul piazzale dell’azienda dopo il fallimento, generando un problema ambientale. La Procura di Brescia ha accusato amministratori e manager di omessa bonifica. Ora il giudice Maria Chiara Minazzato ha pronunciato una sentenza di assoluzione con formula piena. Entrambi i filoni giudiziari si sono conclusi con l’assoluzione. Adesso si guarda al futuro e al progetto di reindustrializzazione dell’ex area Selca che si concretizzerà nei prossimi mesi.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136