Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Gran lavoro del Soccorso Alpino Trentino: quattro interventi in poche ore

sabato, 24 agosto 2019

Madonna di Campiglio – Raffica di interventi del Soccorso Alpino Trentino nella giornata odierna. In sintesi i principali soccorsi.

DOLOMITI DI BRENTA - Alle 13.40 l’Area operativa Trentino occidentale del Soccorso alpino è stata chiamata per intervenire alla base della Corna Rossa nelle Dolomiti di Brenta. Un uomo stava scalando da secondo di cordata quando al secondo tiro ha perso un appiglio ed è volato per circa una ventina di metri sbattendo sulla roccia. Il coordinatore dell’Area operativa Trentino occidentale ha chiesto l’intervento dell’elicottero che ha sbarcato in hovering il Tecnico di Elisoccorso del Soccorso Alpino e l’equipe medica alla base della parete dove si trovava il ferito. Dopo averlo stabilizzato e imbarellato, l’uomo è stato verricellato sull’elicottero e trasportato all’ospedale Santa Chiara di Trento. Non è stata necessario ricorrere al supporto degli operatori della stazione di Madonna di Campiglio, pronti in piazzola.

Nel pomeriggio, l’elicottero è intervenuto nuovamente sulle Dolomiti di Brenta per il recupero di tre ragazzi rimasti incrodati sul primo tiro in discesa sul Campanil Basso. Il Tecnico di Elisoccorso del Soccorso Alpino si è calato con il verricello su di loro e li ha recuperati a bordo. Sono stati portati, illesi, al rifugio Pedrotti.

SAN MARTINO DI CASTROZZA - Tra le 10.30 e le 11 si sono susseguiti due interventi diversi per prestare soccorso a due biker, caduti mentre facevano downhill lungo le piste del Bike park dell’Alpe Tognola (San Martino di Castrozza). Due squadre della Stazione di San Martino di Castrozza del Soccorso Alpino si sono portate sui due feriti: l’uno, un ragazzo del 1995 della provincia di Padova, accusava dolori alla spalla, l’altro, un ragazzo del 1984 della provincia di Bologna, con traumi agli arti inferiori. Il coordinatore dell’Area operativa Trentino orientale del Soccorso Alpino ha chiesto l’intervento dell’elicottero che in due diverse rotazioni ha trasportato i feriti all’ospedale Santa Chiara di Trento.

MEZZOCORONA - Gli operatori della Stazione Rotaliana-Bassa Val di Non dell’Area operativa Trentino centrale del Soccorso alpino è intervenuta verso le 16 sul Monte di Mezzocorona, dove una signora è caduta nel giardino di un hotel del posto e si è procurata dei sospetti traumi a un arto inferiore e superiore. Una volta raggiunta la donna, i soccorritori l’hanno stabilizzata, imbarellata e trasportata con barella portantina fino alla funivia e da lì fino all’ambulanza, che la stava attendendo alla stazione di partenza della funivia a Mezzocorona.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136