Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Don, Cgil Cisl Uil vicini alla famiglia di Daniele Asson

sabato, 1 febbraio 2020

Don - Cgil Cisl Uil vicini alla famiglia di Daniele Asson, morto in un incidente stradale in Val di Non. “E’ il primo incidente sul lavoro dall’inizio dell’anno. Anche gli infortuni in itinere costituiscono un grave problema da monitorare”. Le tre confederazioni esprimono la loro vicinanza alla famiglia della vittima e mettono a disposizione i loro servizi.

Cgil Cisl Uil - TrentoCgil Cisl Uil del Trentino esprimono profondo cordoglio per la tragica scomparsa di Daniele Asson, la giovane guardia forestale morta in un incidente mentre si recava sul posto di lavoro. “E’ il primo infortunio mortale sul lavoro del 2020 – commentano con amarezza Manuela Faggioni della segreteria Cgil e presidente del Co.co.pro (comitato consultivo provinciale Inail) Michele Bezzi segretario generale della Cisl e Walter Alotti segretario generale della Uil -. Dopo il drammatico aumento di morti bianche registrato lo scorso anno è ora che anche il Trentino ponga la massima attenzione sul tema della sicurezza sul lavoro. Il percorso su cui muoversi è quello di maggiore formazione, maggiore informazione e più controlli. Per farlo serve impegno da parte di tutti, imprese, sindacati e politica, ma anche risorse. Già lunedì quando si riunirà il tavolo di coordinamento provinciale su salute e sicurezza sul lavoro per programmare l’attività dei prossimi anni porremo massima attenzione al problema degli infortuni in itinere, avviando un ragionamento sulle strategie e le misure per ridurre questa casistica”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136