Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Cles: mostra “Food print. Quanto pesa la tua spesa”

mercoledì, 21 febbraio 2018

Cles – Al Palazzo Assessorile di Cles la mostra “Food print. Quanto pesa la tua spesa” dal 26 febbraio al 17 marzo 2018. Il Comune di Cles, grazie alla collaborazione con l’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente della Provincia autonoma di Trento, propone una mostra interattiva sull’impatto ambientale dei cibi per gruppi di ragazzi dai 10 ai 18 anni.

foodLa mostra interattiva affronta il tema dell’impatto ambientale del cibo e vuole stimolare i ragazzi a riflettere sulle loro abitudini alimentari e sulle conseguenze che queste hanno a livello ambientale, sociale, economico e alimentare. L’obiettivo è di farli diventare consumatori accorti e responsabili.

Destinatari:

- Scuola primaria (secondo ciclo)

- Scuola secondaria di 1° e 2° grado e formazione professionale

- Gruppi extrascolastici (10 – 18 anni)

Metodologia:

È una mostra interattiva, estremamente dinamica che trasforma il visitatore in protagonista. La visita guidata (max 25 persone) con l’Educatore ambientale dura circa 1 ora e mezzo/2 ore.

Contenuti:

I ragazzi, attraverso un percorso interattivo con giochi, quiz e altre attività interattive possono interrogarsi su quali conseguenze ha il cibo a livello ambientale.

Attività che sperimentano:

- nel reparto frutta e verdura con l’attività “Il tabellone della frutta e della verdura” affrontano le tematiche della stagionalità, della provenienza di frutta e verdura, delle erbe spontanee, dei marchi (biologico, fairtrade, DOP, IGP, STG) nonché dei pesticidi e dei fertilizzanti;

- nel reparto pesce, con il “gioco sui beni comuni” affrontano il tema della “tragedia dei beni comuni” così definita nel 1968 dal biologo D.Hardin, secondo cui la libera iniziativa nella gestione di un bene comune porta conseguenze negative a tutti nel lungo periodo. Altri temi trattati sono la stagionalità e l’etichettatura del pesce, l’ittiofauna in Trentino, la plastica nel mare e altri inquinanti;

- nel reparto carne-latte-uova gli argomenti trattati sono il consumo di carne pro-capite, la produzione di gas serra, la deforestazione e degradazione del suolo dovuti all’allevamento, l’impronta idrica relativa alla produzione di carne e latte (gioco “Quiz bean”). Con il gioco sull’etichettatura delle uova e “le gabbie per le galline ovaiole” è affrontato il tema della produzione mondiale di uova;

- nel reparto leguminose si fanno conoscere, anche attraverso il gioco interattivo “Quiz Bean”, le specie commestibili e il loro ruolo nell’alimentazione e nella biodiversità agricola;

- nel reparto “extra” sono trattati temi come lo spreco alimentare, gli organismi geneticamente modificati, le api, gli imballaggi e l’olio di palma.

Visite guidate: saranno realizzate gratuitamente dagli educatori ambientali dell’APPA dal lunedì al venerdì nei seguenti orari: 9.00-10.30, 10.40-12.10, 14.30-16.00.

Prenotazioni obbligatorie: effettuare la prenotazione on-line oppure inviare l’apposito modulo via e-mail all’indirizzo: educazioneambientale@provincia.tn.it



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136