Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
w

Ad
Ad
 
Ad


Ciclismo, con gli “hotspot” il Tour of the Alps aumenta la sicurezza in gara

mercoledì, 2 dicembre 2020

Riva del Garda – Le strade del 44° Tour of the Alps saranno ancora più sicure. Per l’edizione 2021 della gara a tappe euro-regionale, in programma dal 19 al 23 aprile 2021 fra Tirolo, Alto Adige e Trentino, gli organizzatori del GS Alto Garda hanno deciso di arricchire ulteriormente il protocollo di sicurezza dell’evento, incaricando l’area tecnica di identificare i passaggi più delicati delle cinque tappe.

Cles - Tour of the AlpsGli ‘Hotspot’ – la novità del Tour of the Alps 2021 – non sono da considerarsi punti ad elevato rischio, ma passaggi da tenere in particolare attenzione, come una discesa molto tecnica, una curva di difficile interpretazione o uno spartitraffico poco visibile. Tratti del percorso che, se affrontati in una fase concitata di una competizione ad alto tasso tecnico come il Tour of the Alps, potrebbero altrimenti rivelarsi di qualche criticità.

L’icona ‘Hotspot’ caratterizzerà un’apposita segnaletica che verrà predisposta nei punti del percorso selezionati, non più di tre o quattro per ciascuna tappa. Questi passaggi verranno anche presidiati dalle moto staffette in servizio, in modo da richiamare più facilmente l’attenzione dei corridori.

“Abbiamo recepito le preoccupazioni manifestate dai corridori e dalle associazioni di categoria al termine della stagione appena conclusa – spiega il presidente del GS Alto Garda, Giacomo Santini – e le loro sollecitazioni ad aumentare le misure a favore della sicurezza nelle gare. Grazie alla professionalità e alla disponibilità della nostra struttura tecnica abbiamo deciso di potenziare gli interventi a salvaguardia dell’incolumità degli atleti. Crediamo sia importante affinchè la nostra manifestazione – nota per la sua spettacolarità e l’elevato agonismo in ogni fase della corsa – possa svolgersi in un clima di totale serenità”.

Gli ‘Hotspot’ del Tour of the Alps 2021 verranno segnalati adeguatamente all’interno del roadbook e della guida tecnica, con l’ausilio di foto e informazioni dettagliate su ogni tratto interessato. La guida tecnica, che rappresenta un’ulteriore novità del Tour of the Alps, verrà resa disponibile con congruo anticipo, 45 giorni prima del via, a beneficio delle squadre e di tutti gli addetti ai lavori.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136