Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Gargnano: la vela riparte, il testimonial del Garda è l’olimpionico Scheidt

sabato, 23 maggio 2020

Gargnano – La vela riparte con la “scuola vela”, coinvolti i laghi di tutta la Lombardia, partendo dal Garda. L’oro olimpico Alessandra Sensini diventa il fumetto Ale Surfini, mentre il Benàco calerà come testimonial il brasiliano Robert Scheidt (5 medaglie olimpiche e 15 titoli mondiali), oramai da 5 anni cittadino lacustre.

“Ritrova la bussola” è lo slogan della Federazione Italiana Vela e delle sue scuole veliche con 750 Circoli di tutta la penisola, impegnati in questa iniziativa. L’area lacustre si presenta forte dei suoi 50 sodalizi affiliati, più i laghi di Idro e il Sebino con la gloriosa Ans di Sulzano, Lovere e Sarnico.

Vela Garda foto credit Martina OrsiniSul grande lago le scuole più blasonate sono la Fraglia Desenzano, il Circolo Vela Gargnano (che a settembre festeggerà i primi 70 anni della sua Centomiglia che in qualche modo comunque si farà), Gargnano dove sono nati velisti come Giulia Conti, Giacomo Cavalli, i fratelli Togni, ultimi in ordine di tempo Riccardo Andreoli e Lorenzo Rossi, i campioni Mondiali Junior (Under 13) con il doppio giovanile Rs Feva. Ma le basi sono distribuite lungo tutte le rive, nel bresciano oltre alla Fraglia Vela Desenzano e Gargnano, ci sono Moniga e il Vela Club Desenzano, il Club Diavoli Rossi, l’Associazione Vela Crema, Manerba, Portese, Salò con la Canottieri Garda, Gardone, Toscolano-Maderno, Campione con Univela e il centro Internazionale Bart Simpson (nella foto credit Martina Orsini).

A coordinare questa serie di iniziative sono poi due dirigenti bresciani, il dottor Domenico Foschini, Consigliere nazionale Responsabile della attività dei giovani, e Rodolfo Bergamaschi, presidente della XIV Zona, area che comprende il Garda e il suo ampio entroterra.

Per le regate si dovrà aspettare un po’. Ma da luglio ad agosto il piccolo scafo volante del Persico69F ha già prenotato il vento più fresco.

Inizio a giugno

Nel weekend 26-28 giugno – Vela Days (social e comunicazione a supporto; materiali video, foto, interviste, nazionale e zonale). Lo spirito dell’iniziativa è un forte messaggio di promozione della stagione estiva delle Scuole Vela FIV in tutta Italia, come esempio concreto di possibile ripartenza attraverso uno sport formativo, sicuro e immerso in un ambiente salubre. Per trasmettere questi valori verrà predisposto un flyer contente tra l’altro anche la descrizione delle disposizioni sanitarie attuate in osservanza ai decreti vigenti e alle norme mediche della Federazione (vela sport sicuro al 100%). Il logo e nome Scuola Vela FIV va considerato parte integrante del progetto. A questo andrà unito lo slogan identificativo e simbolico del messaggio principale del progetto. Sarà creato – qui accanto una bozza già visionata da Alessandra Sensini – un personaggio (come avviene già per il volley): Ale Surfini, una ragazzina biondina che inizia la scuola vela. Il personaggio potrebbe poi essere trasformato con il tempo in mascotte delle varie iniziative FIV rivolte ai giovani. In questo caso la si potrebbe declinare in una famiglia che la porta in un circolo.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136