Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Mazzo di Valtellina: altra predazione dell’orso, sei pecore sbranate

venerdì, 19 giugno 2020

Mazzo di Valtellina – Terza “strage” di pecore in pochi giorni in Valtellina. Dopo Grosio e Grosotto, l’orso ha preso di mira allevamenti anche a Mazzo di Valtellina (Sondrio): sono state ritrovate sei carcasse di pecore, sul versante che porta al Mortirolo. L’Ufficio faunistico della Provincia di Sondrio e i sindaci della Media Valtellina hanno invitato gli allevatori a proteggere gli animali con appositi recinti per prevenire la predazione del plentigrado.

orsoL’orso è stato avvistato in queste settimane in Valtellina, a Livigno, quindi in Valle Camonica e al Passo Tonale (nella foto). I danni registrati sono numerosi e gli allevatori auspicano risarcimenti.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136