Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Coronavirus: le precauzioni consigliate e le misure per chi rientra dalla Cina

martedì, 4 febbraio 2020

Trento – Tutte le persone che rientrano dalla Cina, studenti compresi, sono invitate a seguire alcune misure precauzionali per evitare il diffondersi del Coronavirus ed in particolare osservare un periodo di isolamento fiduciario per almeno due settimane.

A far propria la raccomandazione sono Provincia di Trento e Azienda sanitaria che estendono l’invito anche al settore scolastico. In tal senso va letta la circolare firmata dal dirigente generale del Dipartimento alla salute ed indirizzata alle Istituzioni scolastiche e formative del Sistema educativo provinciale.

L’informativa ha come oggetto solo la gestione dei rientri dalla Cina e richiama la circolare 3187 del Ministero della Salute (1 febbraio scorso), che fornisce “Indicazioni per la gestione degli studenti e dei docenti di ritorno o in partenza verso aree affette della Cina”. Si tiene inoltre conto della recente dichiarazione dell’OMS, all’interno del report n. 12 sempre del 1 febbraio 2020.

Nello specifico, il Dipartimento provinciale alla salute ribadisce che, “in base a quanto stabilito dall’ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione civile nazionale n. 6 del 3 febbraio 2020, l’Azienda sanitaria continuerà a proporre a tutte le persone che rientrano dalla Cina, e tra essi gli studenti, l’isolamento fiduciario delle stesse per quattordici giorni dal rientro in Italia”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136