Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Violenza sessuale, dominicano arrestato dai carabinieri di Salò

martedì, 23 giugno 2020

Salò – Violenza sessuale sul lago di Garda, individuato e arrestato il responsabile dai carabinieri di Salò. I militari della Compagnia di Salò, a conclusione di una delicata ed articolata attivita d’indagine, diretta dalla procura della Repubblica di Brescia, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere ai danni di un 33enne dominicano, individuato quale autore di una brutale violenza sessuale, ai danni di una donna 69enne, avvenuta lo scorso mese di maggio.

carabinieri salòLa donna, appena dopo pranzo, era uscita per un’escursione lungo i sentieri della zona insieme ai suoi famigliari, per svolgere attività motoria. Rimasta indietro rispetto al gruppo di famigliari, veniva improvvisamente affrontata da un uomo vestito di nero che prima la tramortiva con un pugno e poi la costringeva a subire violenza, nel corso della quale veniva ulteriormente percossa, riportando gravi ferite.

L’immediata attività info-investigativa svolta dai militari della compagnia carabinieri di Salò ha consentito di risalire all’identita’ del presunto autore del reato. Le successive attività tecnico scientifiche, condotte anche con il prezioso supporto del RIS di Parma attraverso la comparazione del dna del sospettato con le tracce repertate sulla scena del crimine, permettevano di cristallizzare le responsabilità del soggetto.

In ragione dello stringente quadro probatoriori ricostruito dai carabinieri, il GIP di Brescia, su richiesta della Procura, ha emesso una ordinanza di custodia cautelare in carcere che è stata eseguita la scorsa settimana nei confronti del predetto, successivamente tradotto in carcere. L’uomo dovrà rispondere di violenza sessuale e lesioni aggravate.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136