Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Vandalismo nella chiesa Collegiata di Sondrio, individuato il responsabile

venerdì, 22 maggio 2020

Sondrio – Dopo l’atto vandalico nella chiesa Collegiata di Sondrio sono state avviate le indagini della Polizia di Stato per chiarire l’episodio e individuato il responsabile. L’altro pomeriggio sono stati gettati a terra gli angeli in legno posti sull’altar maggiore ed è stata rovesciata la statua di Santa Rita da Cascia.

Vescovo- Oscar Cantoni

L’arciprete di Sondrio, don Cristian Bricola, e il vescovo, monsignor Oscar Cantoni (nella foto), ritengono che si sia trattato di un vandalismo e non di un atto contro la fede cristiana.

INDIVIDUATO IL RESPONSABILE
Alla ricerca dell’autore del folle gesto hanno preso parte attivamente, insieme a uomini della locale Questura, anche le altre forze di polizia; ciò ha permesso l’individuazione, in meno di 12 ore, del responsabile, un cittadino nigeriano di 22 anni richiedente asilo domiciliato nel Comune di Sondrio, che è stato denunciato a piede libero per il reato di furto aggravato e danneggiamento aggravato. L’attività svolta dalle forze dell’ordine ha consentito di escludere che l’atto sia riconducibile a motivi di intolleranza religiosa, dato che il ragazzo è di religione cristiana, ma esso è piuttosto da collegare a pregressi disturbi psichiatrici dell’autore del reato, aggravati dal periodo di chiusura a causa del lockdown.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136