Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Travolto da valanga in Valle Imagna, muore volontario Cnsas e tecnico del 118

mercoledì, 13 gennaio 2021

Valle Imagna – Grande cordoglio da parte del Soccorso Alpino della Valle Camonica per l’improvvisa morte di Claudio Rossi, 42 anni, di Bonate Sopra (Bergamo), volontario della VI Delegazione Orobica e tecnico del 118. Claudio Rossi, 42 anni, ha perso la vita travolto da una valanga. Era molto conosciuto anche in Valle Camonica.

L’allertamento è arrivato poco prima delle 10:30. La zona dell’intervento è stata quella tra Costa Imagna e Brumano, nei pressi della Costa del Palio. La valanga aveva un fronte di 50 metri. L’amico che era con lui è stato parzialmente coinvolto ma è riuscito a uscire da solo e a dare l’allarme.

La centrale di Soreu ha subito inviato sul posto l’elisoccorso; le squadre del Cnsas sono state portate in quota con l’elicottero, dalle piazzole di Sant’Omobono Terme e di San Giovanni Bianco. Altri soccorritori erano pronti a partire dal Centro di Clusone. Claudio Rossi è stato ritrovato dalla unità cinofila da valanga del Cnsas sotto una settantina di centimetri di neve, contro un albero. È stato immediatamente soccorso dall’équipe sanitaria e portato all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo, dove è deceduto nel pomeriggio. Sposato e padre di due figli, lavorava alla centrale operativa del 118 di Bergamo, volontario del Cnsas e grande appassionato di montagna.

Il Soccorso alpino e speleologico esprime cordoglio e vicinanza alla famiglia di Claudio Rossi e ai suoi colleghi di Areu e del 118 di Bergamo.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136