Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Tesimo: motocross nel bosco, due sanzionati dai carabinieri

mercoledì, 8 luglio 2020

Tesimo – In Alto Adige, i militari della Stazione Carabinieri di Tesimo hanno sanzionato due motociclisti per essere transitati su terreni protetti.

carabinieri largeI militari dell’Arma di Tesimo hanno organizzato un mirato servizio con il corpo forestale provinciale avendo avuto notizia che alcuni appassionati di motocross violavano la legge transitando in aree boschive.

Hanno in breve tempo “pizzicato” in flagranza due trasgressori, un lanese quarantottenne e un tesimese trentottenne. I due sono sati fermati e identificati ed è stato riscontrato che non erano in possesso dell’autorizzazione al transito per aree protette prevista dalla legge provinciale n. 10 dell’8 maggio 1990. Ne è conseguita la contestazione della violazione e la trasmissione dei relativi verbali alla Provincia autonoma per l’irrogazione della sanzione.

I due hanno scampato il sequestro dei mezzi poiché la condotta non è stata aggravata. La legge provinciale prevede infatti il sequestro amministrativo del veicolo qualora il trasgressore tenti di sottrarsi al controllo da parte degli accertatori, tenga un comportamento di guida che costituisca pericolo per l’incolumità delle persone oppure circoli con mezzo privo di targa identificativa o con targa falsificata.

La medesima legge prevede che nelle aree rurali e forestali della provincia sottoposte a vincolo idrogeologico o a vincolo di tutela paesaggistico-ambientale è vietato circolare e sostare con veicoli a motore se non autorizzati (residenti, proprietari, agricoltori, apicoltori, itticoltori, ecc.).

I veicoli, e in questo caso le motociclette da fuori strada, possono causare danni, disturbo, inquinamento e rumori, nonché anche attentare alla sicurezza delle persone (escursionisti ecc.) e degli animali. Le moto da cross peraltro causano solchi sul terreno danneggiandolo e il forte e molesto rumore dei loro motori può causare problemi alla fauna selvatica nel suo proprio habitat naturale.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136