Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Temù: presunta truffa su un agriturismo, quattro indagati

venerdì, 16 ottobre 2020

Temù – L’indagine sul presunto utilizzo improprio di fondi europei per la realizzazione di un agriturismo a Temù (Brescia) avviata un anno dalla Procura di Brescia ha avuto un’accelerata negli ultimi giorni, con una richiesta di documenti al Comune di Temù per verificare l’ipotesi di un presunto abuso edilizio e di una richiesta illecita di oltre 180mila euro di fondi europei.

tribunale BresciaLa Procura ha iscritto nel registro degli indagati quattro persone, e tra questi c’è un personaggio politico di spicco della politica camuna residente nel paese dell’Alta Valle Camonica. L’inchiesta mira a chiarire se nella costruzione dell’agriturismo ci sia stata una truffa, inoltre se i fondi erogati sono stati erogati con le finalità e soprattutto capire chi ha portato avanti le pratiche in Regione per ottenere i finanziamenti europei nell’ambito del Piano di sviluppo rurale dei territori lombardi. Gli indagati sono pronti a chiarire la loro posizione.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136