Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Supermarket della droga a Lagundo, 19enne nei guai

venerdì, 26 giugno 2020

Lagundo – In Alto Adige arrestata 19enne sorpresa con quasi 750 grammi tra marijuana, funghi, hashish, ecstasy, cocaina, ketamina. Ieri pomeriggio i Carabinieri della Compagnia di Merano hanno condotto una proficua attività antidroga. I controlli si sono soffermate su una giovane donna di Lagundo, che è apparsa insolitamente nervosa ed agitata alla vista dei militari dell’Arma. L’esperienza dei militari impiegati nel servizio e la conoscenza diretta della giovane, ha indotto gli operanti ad approfondire gli accertamenti, questa volta con l’ausilio di una collega donna. L’acume investigativo dei Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile si è rivelato ancora una volta vincente quando, durante la perquisizione personale, nelle tasche dei pantaloni della donna sono state trovate alcune pasticche di droga del tipo ecstasy.

carabinieri largeInevitabile la successiva perquisizione dell’abitazione della ragazza, rivelatasi un vero e proprio bazar. Fra le sostanze sequestrate figurano infatti quasi 750 grammi di marijuanafunghi allucinogeni, alcuni grammi di hashish46 pasticche di ecstasy13 pastiglie di “LSA” (una droga sintetica allucinogena), alcuni grammi di cocaina e ketamina oltre a due 2 bilancini elettronici.

Al termine delle attività di rito, i militari dell’Arma hanno quindi tratto in arresto la ragazza che ora si trova nella Casa Circondariale di Trento a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, mentre la droga sequestrata è stata affidata al Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti dei Carabinieri, per le successive analisi.

Un altro bel colpo al mercato illegale del traffico e consumo degli stupefacenti in provincia di Bolzano, che ha tolto dalla città del Passirio un bel quantitativo di sostanze stupefacenti solitamente indirizzate ad un target di giovani.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136