Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Sondrio: picchiò il figlio, condannato a tre anni il padre

venerdì, 19 giugno 2020

Sondrio – Padre violento condannato a 3 anni di reclusione dal giudice del tribunale di Sondrio. In aula sono stati ricostruiti i fatti risalenti allo scorso ottobre: secondo l’accusa condotta dal Pm Elvira Antonelli il giovane padre, 24 anni, residente nella Media Valtellina, aveva colpito con calci e pugni il figlio di sette anni, utilizzando addirittura un tagliere di legno, poi lo aveva minacciato, obbligandolo a restare in silenzio e recitare la parte del bambino soggiogato da un compagno di scuola.

tribunale Sondrio - credit foto GDVIl bambino era finito al Pronto Soccorso dell’ospedale di Sondrio il 16 ottobre scorso, e il padre il giorno successivo, per depistare le indagini, aveva denunciato le lesioni subite dal figlio da presunti bulli della scuola che frequentava. Le indagini della Squadra Mobile hanno scoperto che il figlio non era stato vittima dei bulli, bensì era stato picchiato dallo stesso padre. Il 24enne è stato arrestato per maltrattamenti, lesioni personali aggravate ai danni del figlio e calunnia. Oggi – con rito abbreviato – è stato condannato a 3 anni di reclusione per i primi due reati, assolto dalla calunnia.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136