Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Sondalo: al Morelli in settimana due morti, cinque dimissioni e nessun ricovero

mercoledì, 8 luglio 2020

Sondalo – La pressione sul Morelli ospedale covid-19 è ulteriormente scesa in una settimana: l’ultimo ricovero risale al 29 giugno. Attualmente i posti letto occupati sono soltanto dieci, sei donne e quattro uomini, ed è una buona notizia dopo che la settimana scorsa erano saliti a 17 dai 14 della settimana precedente. Non cambia il totale dei pazienti ricoverati a partire dal 2 marzo scorso: 718, 296 donne e 422 uomini. Purtroppo nei giorni scorsi si sono registrati altri due decessi, un uomo e una donna, che hanno portato il totale a 171, 55 donne e 116 uomini. Sono 498 i dimessi, ai quali si aggiungono i 39 pazienti guariti dal coronavirus trasferiti in altri reparti per curare patologie pregresse.

Nell’ultima settimana sono stati effettuati 428 tamponi, mentre fra i risultati resi noti ve ne sono soltanto quattro positivi a fronte di oltre 400 negativi. Il totale complessivo dei test effettuati dal personale dell’Asst in questi mesi  ha superato la soglia dei novemila, di cui 1771 positivi.

La situazione è positiva nella nostra provincia, sia per quanto riguarda i ricoveri che i tamponi – sottolinea il direttore generale Tommaso Saporito -, ne siamo sollevati, ma non possiamo abbassare la guardia, perché i casi emersi in altre zone della Lombardia e in Veneto consigliano prudenza da parte di tutti, sistema sanitario e cittadini. L’adozione delle misure di protezione individuali e il rispetto del distanziamento sociale ci consentono di proteggere noi stessi e gli altri: i comportamenti a cui ci siamo abituati negli ultimi mesi vanno quindi mantenuti“.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136