Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Rovato, i carabinieri fermano due marocchini in fuga da posto di controllo

venerdì, 2 ottobre 2020

Rovato – I carabinieri fermano due soggetti in fuga da posto di controllo nel Bresciano. Ieri sera un’autovettura con targa alterata non rispettava i segnali di “alt” intimati dalla Polizia Locale durante un posto di controllo a Rovato (Brescia). Gli agenti si mettevano immediatamente alle calcagna dell’auto che, per seminarli, si avventurava in una fuga spericolata all’interno delle vie cittadine, speronando più volte la vettura della Polizia Locale.

carabinieri notte controllo largeSi univa all’inseguimento una pattuglia della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Chiari che riusciva ad intercettare il veicolo inseguito in via Iseo, all’altezza della rotonda prospiciente l’ingresso dell’autostrada A4. Per superare anche il nuovo ostacolo, l’auto in fuga si immetteva nella corsia d’accesso all’autostrada per poi invertire improvvisamente la propria direzione di marcia, imboccando contromano la rotonda.

I militari dell’Arma non si sono fatti sorprendere e hanno sbarrato la strada al veicolo fuggitivo, costringendolo ad arrestare la propria corsa frontalmente contro l’autoradio.

I soggetti a bordo hanno provato a proseguire la loro fuga a piedi ma sono stati fermati istantaneamente dai carabinieri e dagli agenti della locale. Entrambi sono di origini marocchine, di circa 30 anni. In particolare il conducente del veicolo è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa di rito direttissimo.

Durante la notte i militari dell’Arma sono stati messi sotto osservazione clinica presso gli ospedali di Ome e di Chiari a causa di lievi lesioni subite in seguito all’incidente. Entrambi sono già stati dimessi.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136