Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Polacco arrestato dalla Polizia di Bressanone

lunedì, 15 giugno 2020

Bressanone – Polacco arrestato dalla Polizia di Bressanone. Una pattuglia della Squadra Volante del Commissariato altoatesino è intervenuta per una segnalazione di furto patito dal gestore del distributore “Esso” di via Vittorio Veneto. Gli agenti sono così venuti a conoscenza della sottrazione di un portafoglio custodito all’interno di un vano del bancone della cassa.

questura polizia bolzanoDopo aver raccolto la descrizione dell’autore del furto e la sua direzione di fuga, i poliziotti hanno deciso di procedere al controllo di uno stabile abbandonato sito nei pressi del distributore. Le ricerche all’interno dell’edificio hanno permesso di trovare il reo, un cittadino polacco di 34 anni, che si era nascosto, curiosamente, in una vasca da bagno, coprendosi con una coperta. Vistosi scoperto, l’uomo cercava in ogni modo di fuggire, resistendo ai poliziotti, che a fatica riuscivano a bloccarlo.

E’ stato quindi sottoposto ad una perquisizione personale, con esito negativo, ma subito dopo indicava, inaspettatamente, il luogo dove aveva nascosto la refurtiva.

Infatti in una cassetta esterna di un WC, è stato rinvenuto i portafogli, con all’interno la somma in denaro di 880 euro. Venivano inoltre trovati altri due portafogli, uno dei quali conteneva ancora dei documenti personali di un cittadino brissinese che ne aveva denunciato lo smarrimento.

Il cittadino polacco veniva quindi tratto in arresto per il reato di rapina impropria, avendo lo stesso esercitato violenza nei confronti degli Agenti intervenuti, al fine di assicurarsi l’impunità.

Durante la stesura degli atti presso il commissariato, l’uomo accusa un malore, che risultava poi essere la conseguenza dell’abuso di sostanza alcoliche.

Veniva quindi ricoverato presso l’ospedale di Bressanone e dimesso nel pomeriggio di ieri, per poi essere associato presso la Casa Circondariale di Bolzano, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente. L’arrestato è, come detto, un cittadino polacco, che già era stato fermato da una pattuglia della Polizia Stradale di Vipiteno mentre era alla guida del proprio camion in direzione nord lungo l’A22. Risultato positivo al test dell’etilometro, gli era stato sequestrato il mezzo.

Accompagnato dalla pattuglia della Polizia Stradale nel Comune di Bressanone, durante la settimana scorsa, si è fatto “notare” nella città vescovile, in quanto spesso in evidente stato di alterazione alcolica, nonché  per essere stato ritrovato all’interno del magazzino del negozio “MPREIS”.

Nei confronti del comunitario verrà valutata anche la possibilità dell’emissione di un Foglio di Via Obbligatorio dal Comune di Bressanone, in virtù della sua pericolosità sociale e per la mancanza di una fissa dimora.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136