Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Piz Ciavazes e Pale di San Martino, doppio intervento del Soccorso alpino

mercoledì, 22 luglio 2020

Piz Ciavazes – Tardo pomeriggio movimentato sulle montagne trentine. Si è concluso verso le 17 un lungo intervento in aiuto a una cordata di due scalatori sul Diedro Vinatzer (Piz Ciavazes, gruppo del Sella). I due, un uomo del 1973 di nazionalità italiana e residente in provincia di Brescia e una donna del 1979 di nazionalità polacca e residente a Verona, si trovavano al quarto tiro della via quando una scarica di sassi ha danneggiato le loro corde lasciandoli fortunatamente illesi. elisoccorsoIn difficoltà nel proseguire, hanno chiamato il Numero Unico per le Emergenze 112 verso le 14.

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino settentrionale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento dell’elicottero che ha recuperato a bordo la Guardia attiva del Soccorso Alpino di turno a Canazei. La Guardia attiva e il Tecnico di Elisoccorso sono stati fatti sbarcare all’arrivo della via e si sono calati con corda doppia per circa 90 metri fino a raggiungere i due scalatori. Una volta assicurati, è stata necessaria una calata di altri 120 metri circa per arrivare in un luogo dove fosse possibile il recupero a bordo dell’elicottero tramite verricello. I due, illesi, sono stati elitrasportati al passo Sella, senza il bisogno del ricovero in ospedale.

Pale di San Martino, intervento sul sentiero attrezzato Sedole

Appena terminato l’intervento sul Piz Ciavazes lo stesso elicottero è stato deviato su un’altra operazione in soccorso a due escursioniste in difficoltà. Le due donne, di nazionalità belga del 1989 e 1990, stavano per affrontare la parte attrezzata del sentiero Sedole (gruppo Pale di San Martino) che dal rifugio Treviso Canali porta al rifugio Pradidali, quando una delle due ha avuto un attacco di panico e non era più in grado di proseguire autonomamente. La chiamata al Numero Unico per le Emergenze è arrivata poco dopo le 16.

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino orientale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento dell’elicottero che ha fatto sbarcare sul posto il Tecnico di Elisoccorso. A causa della fitta nebbia l’elicottero è dovuto scendere immediatamente in piazzola a Fiera di Primiero mentre il Tecnico di Elisoccorso assisteva le due escursioniste e le accompagnava più a valle in sicurezza. Grazie a una finestra di bel tempo, passate ormai le 18, l’elicottero con a bordo un operatore della Stazione Primiero è riuscito a salire in quota e a recuperare il Tecnico di Elisoccorso e le due escursionite. Per la ragazza in difficoltà non è stato necessario il ricovero in ospedale.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136