Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Neonato morto a Lana, il Gip convalida l’arresto della madre

venerdì, 20 settembre 2019

Bolzano – Il neonato trovato nei campi di Lana (Bolzano) è morto per soffocamento. L’esito dell’autopsia è stato depositato in Procura a Bolzano e il Gip ha convalidato l’arresto della madre, una giovane romena che lavora nel settore agricolo.

Oggi l’anatomopatologo ha effettuato l’autopsia sul corpo del neonato trovato senza vita nei pressi di Lana. Dall’esito è emerso che è nato vivo, ha respirato, dopodiché è morto per soffocamento. Il corpo aveva peraltro altre lesioni, che però non sono state letali e quasi certamente avvenute in seguito a una caduta dopo la morte. A fronte di queste risultanze e del silenzio mantenuto dalla madre, il Gip di Bolzano ha convalidato l’arresto disposto dal Pubblico Ministero nei confronti della cittadina romena e attualmente la giovane è ospite della Casa circondariale di Trento.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136