Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


La Valtellina piange don Stefano Bianchi, il ricordo del vescovo Oscar

sabato, 23 maggio 2020

Livigno – Grande cordoglio in Valtellina e in tutta la diocesi di Como per il decesso di Don Stefano Bianchi, 56 anni, vicario della parrocchia di Livigno (Sondrio). E’ stato trovato senza vita in via Tea dal Pel a poca distanza dal ristoro Tea Borch, lungo un sentiero che porta dalla Forcola al Carosello, molto probabilmente stroncato da un malore.

Don Stefano Bianchi - LivignoIl vescovo della diocesi, monsignor Oscar Cantoni, ha appreso con sgomento la notizia della morte di don Stefano Bianchi: “In questo momento di grande dolore – sono le parole del vescovo – invito tutti a unirci nella preghiera di suffragio per don Stefano ed esprimo il mio affetto e la mia vicinanza ai genitori e a tutti i parrocchiani di Livigno”.

Don Stefano Bianchi (nella foto) era collaboratore a Livigno dal 2013. Nato a Madesimo nel 1964 era stato ordinato sacerdote nel 1994. Ha svolto il suo ministero sacerdotale a Morbegno e Livigno come vicario e, successivamente, a Vercana e Dubino come parroco. Dal 2005 al 2009 era stato direttore del Centro missionario diocesano.

Di lui ricordiamo la dedizione e il carattere schivo che hanno caratterizzato il suo servizio perché Cristo fosse conosciuto, amato e riconosciuto nel povero“, è il ricordo di don Alberto Pini, direttore del Centro missionario.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136