Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Infortunio sul lavoro nel Comasco, gravissimo 60enne valtellinese

lunedì, 9 settembre 2019

San Nazzaro Val Cavargna – Gravissimo infortunio sul lavoro in Val Cavargna, ferito operaio 50enne, originario di Sondrio. Un operaio valtellinese di 60 anni è rimasto gravemente ferito: è scivolato lungo la scarpata, riportando gravi conseguenze. L’infortunio è avvenuto sulla strada che conduce verso la zona del fiume Cuccio, dove è in fase di realizzazione una diga. In particolare, l’operaio si trovava sulla parte inferiore del tracciato, era alla guida di un mezzo da lavoro che è finito in un dirupo. E’ stato trasportato in elicottero all’ospedale di Como, è stato ricoverato in rianimazione. Nel cantiere si sono già verificati due infortuni, tra cui quello dove è morto Zyber Curri, residente a Edolo (Brescia). Sono in corso accertamenti da parte di Carabinieri, Ats Montagna e tecnici dell’ispettorato del lavoro.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136