Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Fusine, altro fungaiolo morto in Valtellina: la vittima è un 63enne brianzolo

lunedì, 31 agosto 2020

Fusine – Tragedia a Fusine (Sondrio): fungaiolo perde la vita nei boschi. Giuseppe Sala, 63enne di Carate Brianza (Monza Brianza)
ha perso la vita dopo essere caduto mentre stava cercando funghi. E’ precipitato per diversi metri nel bosco, a una circa 1.000 metri di quota. Un altro cercatore di funghi ha lanciato l’allarme e sul posto sono giunti per il recupero del corpo il Soccorso alpino,
VII Delegazione Valtellina Valchiavenna, il Sagf (Soccorso alpino Guardia di finanza) e i Vigili del fuoco. Il medico del 118 giunto con i primi soccorritori ha potuto solo dichiarare la morte del 63enne a causa delle gravissime lesioni riportate.

sagfInvece tre romeni, due donne e un uomo, sono stati recuperati ieri nei boschi sopra Trivigno dopo che erano usciti in cerca di funghi. Non riuscendo più a trovare il sentiero per rientrare alla propria auto, hanno chiesto aiuto. I tre sono stati raggiunti dai vigili del fuoco del distaccamento di Tirano e dai volontari di Aprica, ma sono stati attivati anche i tecnici del Soccorso alpino, stazione di Aprica, e del Soccorso alpino della Guardia di finanza perché i tre erano finiti in una zona boschiva e impervia in località Costamuscia, a 1.450 metri di quota. Raggiunti sono così stati accompagnati fino alla loro auto parcheggiata nei pressi di un rifugio.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136