Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Dopo quasi due anni rapina sempre la stessa amica, arrestato a Trento

mercoledì, 29 luglio 2020

Trento - Dopo quasi due anni rapina sempre la stessa amica, arrestato a Trento. Era già stato fermato nel settembre 2018 e scarcerato solo da qualche mese, ma domenica ha commesso un’altra rapina nei confronti di un’amica, residente a Trento. Sabato sera, l’uomo si è presentato in centro a Trento, presso l’abitazione della donna e le ha chiesto ospitalità per la notte. Lei di malavoglia ha concesso ciò, soltanto per non farlo alterare, conoscendone l’indole pericolosa.

112 carabinieri largeLa mattina seguente, come d’accordo, quando la donna ha ricordato al 54enne italiano di lasciare l’abitazione, l’uomo ha dato in escandescenza, minacciandola di morte, la ha strattonata e percossa violentemente, ripetendo pressoché integralmente la grave e pericolosa condotta criminale, tenuta nel 2018.

Durante i momenti concitati dell’aggressione, l’uomo ha raggiunto la cucina, dove preso un grosso coltello e ha minacciato la vittima, pretendendo del denaro. La 55enne trentina, intimorita, ha preso subito dalla camera da letto le poche banconote di cui disponeva, consegnandole all’esagitato, che raggiunto l’obiettivo, ha abbandonato immediatamente l’appartamento.

L’immediata richiesta di aiuto della donna al 112 NUE ha permesso, in breve, di far convergere sul posto le gazzelle dei Carabinieri della Compagnia di Trento che, assunte le preliminari e utili informazioni sul conto del reo, si sono posti alla sua ricerca, rintracciandolo e bloccandolo nelle vicinanze del luogo del delitto.

Il reo, a tal punto, condotto presso la caserma di via Barbacovi, è stato sottoposto a perquisizione e trovato in possesso del denaro sottratto e pertanto, dichiarato in arresto, per rapina aggravata. Al termine delle operazioni di rito, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Spini di Gardolo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria trentina.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136