Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Controlli della Polizia Stradale in Alto Adige: 132 sanzioni, autista rischia l’arresto

lunedì, 12 ottobre 2020

Bolzano – Le pattuglie della Sezione di Bolzano della Polizia Stradale ha portato alla contestazione di ben 132 infrazioni del codice della strada nel fine settimana. Grande attenzione è stata rivolta al traffico veicolare pesante in circolazione sulla rete autostradale, con un lavoro finalizzato, in un’ottica di prevenzione infortunistica, a contrastare le condotte dei conducenti professionali indicate come maggiore causa di incidenti, quali l’uso di apparecchi cellulari o smartphone, nonché il mancato rispetto dei tempi di guida e di riposo, oppure ancora eccessi di velocità e sorpassi vietati.

polizia stradale controlli 2Inoltre, sempre in una proiezione di maggiore sicurezza della circolazione in favore dell’utenza autostradale, la Sezione dedicava un servizio mirato all’accertamento di tutte quelle condotte di occupazione abusiva delle piazzole di sosta da parte dei conducenti i mezzi pesanti che, per riposarsi, anziché scegliere le aree di servizio, in varie occasioni decidono impropriamente di utilizzare aree, come le piazzole di sosta appunto, che possono essere utilizzate solamente in casi di assoluta emergenza, come per esempio avarie di veicoli. Il servizio ad hoc consentiva di sanzionare ben 22 autisti di mezzi pesanti, i quali venivano altresì invitati a lasciare prontamente le piazzole abusivamente occupate.

Nella notte tra venerdì e sabato, poco dopo la mezzanotte presso il casello autostradale di Vipiteno (Bolzano), veniva fermato alla guida di un’autovettura un cittadino italiano, classe 1967, il quale, all’esito dei controlli, risultava positivo al test alcolemico, attraverso il quale veniva accertato un valore pari addirittura a 2,53 g/l, superiore quindi a ben 5 volte il valore tollerato dalla legge. L’uomo, al quale è stata ritirata la patente e sequestrato il veicolo, è stato denunciato all’autorità giudiziaria per il reato di guida in stato di ebbrezza alcolica. Considerata la gravità del fatto, rischia l’arresto da sei mesi a un anno più un’ammenda fino a 6mila euro, oltre alla sospensione della patente fino a 2 anni.

Nel corso della giornata di ieri, infine, una pattuglia della Sottosezione di Vipiteno ha intercettato due autobus, uno immatricolato in Romania, l’altro in Moldavia, i cui conducenti, oltre ad effettuare un trasporto di persone, venivano sorpresi ad effettuare un servizio abusivo di trasporto pacchi dall’Italia verso i Paesi d’origine. Pertanto, sono stati sanzionati, ciascuno, con il pagamento di una sanzione pecuniaria di oltre 4.000 euro, più altri 2.600 euro circa per irregolarità legate alla compilazione della documentazione di viaggio delle persone trasportate.

L’attività della Sezione proseguirà senza sosta anche nei prossimi fine settimana, al fine di garantire una sempre maggiore sicurezza della circolazione stradale e autostradale, prevenendo i fenomeni che pongono in rischio la vita e la salute dei passeggeri dei veicoli che circolano sulle principali strade dell’Alto Adige.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136