Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Controlli della Polizia a Merano, 90 identificati e due arrestati

venerdì, 13 novembre 2020

Merano – Negli ultimi giorni, le pattuglie del Commissariato di Merano hanno svolto mirati servizi di controllo del territorio, soprattutto nella zona del centro storico, anche al fine di prevenire la messa in atto di comportamenti non in linea con le nuove prescrizioni per il contenimento del contagio da Covid-19. Sono state così identificate 90 persone, di cui 25 straniere, e controllati 36 veicoli.

poliziaInoltre, gli operatori sono dovuti spesso intervenire per richiamare al corretto utilizzo dei sistemi di protezione ed al rispetto del distanziamento previsto dalla normativa, rilevando, nello specifico, in totale, 15 sanzioni e denunciando quattro persone. Sono inoltre stati effettuati due arresti, rispettivamente in esecuzione di un ordine di carcerazione e per resistenza, violenza e minacce a Pubblico Ufficiale.

Il primo è avvenuto a seguito di un intervento effettuato dalla pattuglia della Volante in una via del centro cittadino, per la segnalazione di una persona a terra, vittima probabilmente di un regolamento di conti. L’uomo, un algerino privo di regolare permesso di soggiorno, aveva a suo carico un ordine di esecuzione dell’ordinanza di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Bolzano.

Il secondo arresto è stato invece posto in essere nell’ambito di un intervento per la segnalazione di un assembramento di cittadini stranieri che bivaccavano nei pressi della Galleria. La Volante, con l’ausilio della pattuglia radiomobile dei Carabinieri e della Polizia Locale, ha identificato nove cittadini magrebini, tutti con numerosi precedenti di Polizia a proprio carico.

 Sette persone sono state accompagnate presso gli Uffici del Commissariato, in quanto prive di regolare permesso di soggiorno. Una di queste, particolarmente alterata dall’abuso di sostante alcooliche, all’atto dell’identificazione ha aggredito fisicamente gli operatori intervenuti, minacciandoli altresì di morte.

L’uomo è stato tratto in arresto e, come tutti i suoi connazionali, è stato contravvenzionato ai sensi della normativa anti-Covid con una sanzione di 400 euro. Da ultimo, va evidenziato che gli Agenti del Commissariato hanno anche effettuato 19 controlli domiciliari a persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136