Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Controlli Covid-19, raffica di arresti e denunce nel Bresciano

martedì, 2 giugno 2020

Verolanuova – Controlli per le misure anti-Covid, arresti e denunce in provincia di Brescia. I carabinieri della Compagnia di Verolanuova (Brescia) hanno effettuato un servizio coordinato finalizzato alla verifica del rispetto della normativa sulla “prevenzione diffusione del virus Covid-19”, con l’utilizzo di dieci pattuglie e 20 militari.

112 carabinieri largeI carabinieri hanno quindi tratto in arresto l’uomo per il reato di coltivazione e detenzione di stupefacente ai fini di spaccio. Sottoposto a rito direttissimo il Giudice ha convalidato l’arresto. Controllate 148 persone e 12 esercizi pubblici nei comuni di Manerbio, Ghedi, Fiesse e Pontevico.

Durante i controlli una donna residente a Ghedi, in evidente stato di ebbrezza alcolica, ha aggredito i militari della locale Stazione che l’avevano invitata ad indossare la mascherina. La donna ha preso a calci l’auto di servizio danneggiando la portiera e successivamente i militari che l’hanno poi immobilizzata e tratta in arresto per resistenza e danneggiamento. Arresto convalidato dal GIP che disponeva la liberazione in attea del processo.

Nei pressi di un locale di Pontevico un body-builder del cremonese è stato denunciato a piede libero per possesso di prodotti anabolizzanti. A Fiesse durante i controlli alla circolazione stradale è stata fermata un’autovettura con due persone a bordo che trasportavano dieci maialini risultati rubati da un’azienda agricola della zona. I due sono stati denunciati a piede libero per furto aggravato.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136